13 giugno 2024
Aggiornato 06:00
Europei 2011

L'Italia del basket chiude gli europei nel modo peggiore

Gli azzurri perdono anche il match con Israele per 96 a 95 dopo un tempo supplementare

MILANO - Era difficile trovare gli stimoli sapendo già di essere fuori. Ma l'Italia di Simone Pianigiani non è riuscita nemmeno a trovare quella voglia necessaria per chiudere con una vittoria questo deludente Europeo in Lituania. Gli azzurri sono stati battuti anche da Israele nell'ultima giornata, 96-95 dopo un tempo supplementare. Un ko che lascia il segno perché battere Lettonia e appunto Israele era considerato il minimo sindacale per la spedizione in Lituania.

La gara - Alla fine del primo periodo Israele conduce 27-26 anche se gli azzurri avevano tentato l'allungo sul 24-18. Nel secondo quarto è la formazione di Halperin e compagni a provare la fuga ma l'Italia riesce ad accorciare fino al -1 (40-39), prima di cedere sul 47-41 all'intervallo. Il terzo quarto è un incubo per i ragazzi di Pianigiani: Israele è incontenibile, le scelte degli azzurri sono più che scellerate e al 30' il tabellone dice 79-60 in favore degli avversari. Negli ultimi dieci minuti la situazione si ribalta: Israele non segna più e l'Italia, con una furiosa rimonta, si porta fino al 79-76, che diventa 79-78 dopo una penetrazione di Hackett. Alla fine, le bombe di Gallinari, e quella di Bargnani a fil di sirena, regalano agli azzurri il supplementare.
Nell'overtime è un'altra volata: Israele fa 95-93, poi Cinciarini pareggia dall'angolo e l'Italia recupera incredibilmente palla. Gallinari sbaglia da tre, Bargnani prende il rimbalzo ma sbaglia due volte da sotto. La cosa peggiore è che commette fallo su Green, che va in lunetta a tempo scaduto. Il pivot sbaglia il primo ma non il secondo, e dà la vittoria ai suoi. Un successo inutile anche per Israele, già eliminata. All'Italia non bastano i 26 punti di Bargnani e i 19 di Gallinari. L'ex Benetton e Virtus Bologna Blu ne mette 17 mentre il migliore per Israele è il giovane Pnini con 22 punti.

Meneghin: «Pianigiani non è in discussione» - «Simone Pianigiani è stato scelto con l'obiettivo di migliorare la nostra pallacanestro. Sta facendo un buon lavoro ed è quello di cui abbiamo bisogno». Nonostante il flop agli Europei in corso in Lituania, Dino Meneghin conferma l'allenatore degli azzurri. Per il presidente della Fip non è il coach il principale colpevole del fallimento dell'Italia nella competizione. Anzi, l'esperienza negativa è un incentivo per rinnovargli la fiducia. «Trovo ammirevole che lui si metta in discussione - prosegue la leggenda dell'Italbasket -, ma alla Federazione non passa neanche per l'anticamera del cervello l'idea di privarsi di Pianigiani. Ha il contratto fino al 2013 e resterà assolutamente fino alla sua scadenza».
Sul campionato europeo concluso con quattro sconfitte su cinque partite disputate, Meneghin aggiunge: «La squadra ha l'età anagrafica per poter crescere ancora. I ragazzi hanno bisogno di lavorare tanto dal punto di vista fisico e mentale. Molti non hanno esperienza internazionale». E conclude: «Questa è una lezione salutare per capire quanto ancora ci sia bisogno di lavorare. Non si può pretendere che i nostri tre Nba risolvano da soli tutti i nostri problemi. Ci vuole la squadra intera. Dietro questo gruppo non c'è il deserto».