23 gennaio 2020
Aggiornato 02:30
Atletica

Bolt prolunga con la Puma, sarà il più pagato di sempre

Per lo sprinter giamaicano, pluriprimatista mondiale dei 100 e 200 metri piani, contratto fino al 2013, le cifre a ottobre

LONDRA - Il nuovo contratto di sponsorizzazione con la Puma farà dello sprinter giamaicano Usain Bolt «l'atleta più pagato nella storia dell'atletica leggera». Il pluriolimpionico, pluri iridato e pluriprimatista mondiale dei 100 e 200 metri piani ha firmato con l'azienda tedesca un prolungamento del contratto fino al 2013. L'amministratore delegato della Puma, Jochen Zeitz, ha spiegato all'Associated Press che Bolt sarà la figura centrale del programma olimpico di marketing dell'azienda di Herzogenaurach e che Bolt sarà anche utilizzato per sviluppare la ricerca in materia di performance delle scarpine da corsa e altri materiali. La Puma sponsorizzò Bolt per la prima volta nel 2003, quando il futuro campione aveva ancora solo 16 anni.

I DETTAGLI A OTTOBRE - Lo scorso anno, quando Bolt vinse le medaglie d'oro su 100 e 200, con altrettanti record del mondo, ai Mondiali di Berlino, secondo quanto riferito dalla stessa Puma, portò un all'azienda un «valore medio» da 83 milioni di euro, una somma che equivale alla spesa per una campagna pubblicitaria globale. I dettagli economici del nuovo accordo con Bolt verranno svelati dalla Puma solo a ottobre, nell'ambito della così detta «Fase IV» del programma di sviluppo che, secondo quanto previsto, dovrà portare ad alzare ogni anno la quota di introiti fino ad arrivare entro il 2015 ai 4 miliardi di euro. Lo scorso anno le vendite della Puma hanno portato ricavi per 2,46 miliardi di euro.