12 luglio 2020
Aggiornato 06:00
Mondiale 2010

Per i campioni spagnoli parata su bus scoperto

La squadra incontrerà il Re Juan Carlos e il Premier Zapatero, poi il bagno di folla

MADRID - Salutata dal coro «campeones» la nazionale spagnola campione del mondo è sbarcata alle 15 all'aeroporto madrileno di Barajas. Il volo Iberia si è fermato al centro di un'ampia zona transennata dove il capitano Iker Casillas, seguito dal commissario tecnico Vicente Del Bosque e dal resto della squadra, ha sfilato in direzione del pullman parcheggiato poco distante mostrando la coppa conquistata ieri nella finale dei Mondiali vinta per 1-0 a Johannesburg contro l'Olanda. Il saluto ai tifosi presenti è stato molto rapido e misurato: per i giocatori - tutti con maglia da gioco e medaglia al collo - giusto un paio di minuti di sorrisi, saluti e qualche foto ricordo.

I campioni del mondo ora si trasferiranno in albergo per riposare prima dei festeggiamenti previsti per la giornata di oggi nella capitale. A Madrid la nazionale spagnola incontrerà re Juan Carlos a palazzo reale e successivamente sarà ricevuta dal primo ministro Jose Luis Rodriguez Zapatero. Dopo il tour istituzionale i festeggiamenti si sposteranno in strada, dove è prevista una parata di circa cinque chilometri su un bus scoperto.