2 aprile 2020
Aggiornato 06:00
Mondiali 2010

Marcia di protesta degli stewards a Durban

Dopo le rimostranze sulle paghe sono stati allontanati dagli stadi

DURBAN - Nuova giornata di protesta per gli stewards al lavoro ai Mondiali di calcio sudafricani. In centinaia stanno manifestando anche oggi a Durban, lamentando di essere stati allontanati dal loro posto di lavoro.

Domenica notte, dopo Germania-Australia 4-0, la polizia era intervenuta con la forza (sparati proiettili di gomma e usati lacrimogeni) per disperdere gli stewards, che lamentavano paghe non corrisposte o solo in parte. La mobilitazione degli stewards ha costretto la polizia sudafricana a riprendere il controllo di 5 dei 10 stadi Mondiali dove la sicurezza era stata affidata alla compagnia i cui stewards hanno messo in atto la protesta (ovvero anche a Città del Capo, Port Elizabeth e Johannesburg).

Il comitato organizzatore dei Mondiali sudafricani, in risposta alle rimostranze, ha allontanato gli stewards dagli stadi. Alla manifestazione di oggi a Durban si sono aggregati anche pescatori locali ed altri lavoratori, che si lamentano per avere visto le loro attività scombussolate dall'arrivo dei Mondiali. La marcia ha assunto un aspetto pacifico e folkloristico, con gli organizzatori costretti però a pregare i partecipanti a rinunciare all'utilizzo delle immancabili vuvuzelas.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal