19 gennaio 2020
Aggiornato 19:00
Spagna all'esordio

I campioni d'Europa contro la Svizzera

Ancora qualche dubbio sulla presenza dal primo minuto di Fernando Torres. Honduras-Cile apre il gruppo H. Torna in campo il Sudafrica

JOHANNESBURG - Oggi si apre il gruppo H dei Mondiali in Sudafrica, con i campioni d'Europa della Spagna che faranno il loro debutto ufficiale nel torneo iridato. L'unica sconfitta delle furie rosse nelle ultime 49 partite risale proprio alla Confederations Cup dello scorso anno sul suolo sudafricano contro gli Stati Uniti. Oggi però ad attendere gli spagnoli a Durban ci sarà la Svizzera (ore 16).

Ancora qualche dubbio sulla presenza dal primo minuto di Fernando Torres. L'attaccante del Liverpool sta recuperando dall'infortunio alla gamba destra, ma il ct Vicente Del Bosque può contare su una squadra fprte in tutti i reparti con giocatori del calibro di David Villa, Adreas Iniesta, Cesc Fabregas e Carles Puyol. La Spagna ha vinto tutte le dieci partite delle qualificazioni e si presenta in Sudafrica come la favorita numero uno insieme al Brasile. Anche la Svizzera ha vinto il suo girone di qualificazione ma non ha mai superato il primo turno, fatta eccezione per l'Europeo ospitato due anni fa. Gli spagnoli, invece, che nel 2008 hanno spezzato un digiuno di titoli continentali che durava dal 1964, non hanno mai superato i quarti di finale (1950) nella storia dei Mondiali.

Il gruppo H si aprirà con la sfida tra Honduras e Cile (ore 13.30) a Nelspruit. I cileni hanno chiuso ad un punto dal Brasile le qualificazioni sudamericane e Humberto Suazo è stato il capocannoniere con 10 gol. Honduras invece ha staccato il biglietto per i Mondiali nei minuti finali dell'ultima partita delle qualificazioni CONCACAF. Chiuderà la giornata alla 20.30 la sfida del gruppo A tra Sudafrica e Uruguay a Pretoria. Gli ospiti sono reduci dall'1-1 nella gara d'apertura contro il Messico e inseguono una vittoria per non diventare l'unica nazionale ospitante a non superare la prima fase del torneo. I sudamericani, campioni del mondo nel 1930 e 1950, hanno ottenuto un insperato 0-0 con la Francia. Dovranno fare a meno di Nicolas Lodeiro espulso contro i transalpini.