28 maggio 2020
Aggiornato 21:00
Sudafrica 2010

Primi guai «mondiali» per un fotografo portoghese e 2 giornalisti

Fotografo rapinato sotto la minaccia delle armi, stessa sorte anche per altri 2 giornalisti

JOHANNESBURG - E’ stato l’«Hotel Nutbush Boma Lodge», a Magaliesburg, a 120 km da Johannesburg, il luogo teatro di un increscioso episodio che ha coinvolto un fotografo portoghese e due giornalisti: Stando a quanto raccontato da uno dei giornalisti derubati, lo spagnolo Miguel Serrano, il fotografo Antonio Simoes è stato sorpreso nella sua camera d'albergo da due ladri armati, che gli hanno sottratto tutta l'apparecchiatura fotografica, del valore di 35.000 dollari (circa 29.000 euro). La rapina è avvenuta questa mattina presto. «Gli hanno puntato una pistola in faccia, per lui è stato spaventoso» - ha aggiunto il giornalista.
Simoes è rimasto inerme dallo shock per 90 minuti, prima di dare l'allarme.Anche Serrano è stato derubato mentre dormiva, «Mi hanno lasciato solo i vestiti sporchi e gli accrediti» ha raccontato, e la stessa sorte è toccata anche ad un altro giornalista non ancora identificato, alloggiato nello stesso albergo.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal