20 gennaio 2020
Aggiornato 01:30
Atletica

Bolt: farò i 400 solo se mi faranno diventare leggenda

Il giamaicano alle Olimpiadi di Londra correrà sui 100 e 200 metri

LONDRA - Usain Bolt ha detto di non avere intenzione di specializzarsi nella distanza dei 400 metri piani, ma che sarebbe disponibile a cimentarsi solo se questo gli permetterebbe di «diventare una leggenda dello sport». Il giamaicano campione olimpico e mondiale, nonché primatista, di 100 e 200 metri, ha detto che ai Giochi di Londra 2012 andrà per difendere i due ori vinti a Pechino 2008.

Nella conferenza stampa di presentazione della nuova Diamond League della Iaaf (la federazione internazionale di atletica leggera), articolata su una serie di 14 meeting e al via il 14 maggio a Doha (in Qatar), Bolt ha annunciato la sua presenza a Shanghai, New York, Parigi e Bruxelles.