19 gennaio 2020
Aggiornato 22:00
Atletica

Bolt: è possibile correre i 100 metri in 9:40

Il fulmine giamaicano: «Il bello deve venire. Non ho mai corso fino alla fine ma quest'anno la prendo comoda»

LONDRA - Usain Bolt non ha dubbi: il record dei 100 metri di 9:58 si può ulteriormente abbassare. Il campione mondiale e olimpico dei 100 e 200 metri, nonché detentore dei record in entrambe le discipline, si prepara per un anno «soft» nel quale però vuole confermarsi ai vertici. «Quest'anno sarà più difficile abbassare i record senza mondiali e olimpiadi», ha spiegato il fulmine giamaicano in un'intervista al Gaurdian. «Si può allentare il ritmo perché hai meno preoccupazioni, ma io voglio tentare di rimanere al top».

LA FORMA - Bolt è atteso da un programma di lavoro di sei settimane per tornare in forma: «Il mio obiettivo è rimanere imbattuto anche se ho visto Asafa Powell in allenamento e l'ho visto bene». Il connazionale sembra proprio il rivale numero uno. «Quest'anno voglio prendermela comoda ma se avrò bisogno di correre 9:50 per restare imbattuto lo farò. Ma se basterà correre io 9:90 per vincere ogni gara, allora farò così. Il prossimo anno invece sarà diverso, dovrò tornare sui 9:50».

«IL BELLO DEVE VENIRE» - Obiettivo minimo per il campione che punta ad abbassare ancora il record di 9:58: «Il bello deve ancora venire. Non ho mai corso fino alla fine, concentrandomi solo sul traguardo. Mi sono sempre guardato intorno per vedere gli altri dov'erano. Quindi un giorno potrei correre veloce fino in fondo. Io penso che il record può arrivare al massimo a 9:40 e qualcosa. Sarebbe un tempo che rimarrebbe a lungo. Sarebbe difficile da battere ma non si sa mai. Tutto è possibile».