26 maggio 2020
Aggiornato 03:00
F1. Renault

Briatore: «Le accuse di Piquet sono oltraggiose»

Per il team principal si tratta di una specie di «ricatto»

MONZA - Flavio Briatore, team principal della Renault, considera «bugie oltraggiose» equiparabili ad un «ricatto» le scioccanti accuse di Nelsinho Piquet. Il pilota brasiliano ha dichiarato alla Fia di aver volontariamente causato un incidente nel Gp di Singapore dello scorso anno su richiesta dei vertici della Renault.

«Si può facilmente immaginare che non posso accettare l'idea che la Renault, io e Piquet avremmo creato una sorta di cospirazione che non solo non avrebbe avuto nessun impatto sul risultato ma che avrebbe potuto mettere a rischio la sicurezza dei concorrenti del Gp per far ottenere dei vantaggi in gara a Fernando Alonso. Sono scandalizzato dal fatto che si possa pensare che io, senza menzionare Piquet o altri della Renault, abbia potuto prendere parte ad una strategia che potrebbe costituire un crimine», ha spiegato Briatore. «In secondo luogo, sono obbligato a considerare queste minacce come un chiaro tentativo di ricatto contro la Renault e me stesso».

Il manager italiano si riserva di adire le vie legali contro Piquet il cui contratto non è stato rinnovato per il 2009.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal