5 dicembre 2019
Aggiornato 22:30

Il ciclista Michele Scarponi premiato dalla Regione Marche

Il ciclista marchigiano vincitore della 44a edizione della Tirreno-Adriatico

ANCONA - Si è svolta questo pomeriggio la premiazione di Michele Scarponi, il ciclista marchigiano, vincitore della 44a edizione della Tirreno-Adriatico. Il riconoscimento ufficiale, per il primo posto conseguito nella classica del ciclismo primaverile internazionale, è stato consegnato dall’assessore Lidio Rocchi, presso la Sala di rappresentanza della Giunta regionale.

Erano presenti i presidenti del Coni regionale, Fabio Sturani, e provinciale, Fabio Luna, insieme al presidente della Federazione regionale ciclistica, Vincenzino Alesiani, e ad alcuni componenti della stessa. «Siamo qui per complimentarci e ringraziare l’amico Michele – ha detto Rocchi – da parte del presidente Spacca e di tutta la Giunta regionale. Scarponi in questo momento può essere guardato come un esempio per lo sport marchigiano.

Il suo progresso nella Tirreno – Adriatico è stato notevole e dà buoni auspici per il futuro. Ultimamente le istituzioni, ma non il Coni, sono state poco attente alle attività sportive, che sono invece molto importanti e vanno seguite con attenzione». Michele Scarponi è nato a Filottrano (An) il 25 settembre 1979. Corre per i pedali della «Serramenti PVC Diquigiovanni-Androni Giocattoli».

Al termine di una bella impresa, si è aggiudicato la corsa dei «due mari» che quest'anno è partita, contrariamente alle ultime edizioni, non dal Lazio, ma da Cecina (Livorno), in onore di Paolo Bettini, il ciclista che si è ritirato lo scorso anno, dopo il Mondiale. La gara si è poi conclusa, secondo tradizione, a San Benedetto del Tronto. «La gara che ho vinto – ha detto Scarponi – è molto importante per me, soprattutto perché vinta sulle strade di casa e davanti a tanti marchigiani che non hanno mai smesso di sostenermi. Nelle Marche, nelle varie discipline sportive, stiamo facendo bene, stiamo andando nella direzione giusta».