25 giugno 2017
Aggiornato 19:00
Discipline naturali

Cristalloterapia: meglio usare le pietre levigate o le pietre grezze?

Bruno Antonio Malatesta spiega a Diario Salute TV quali sono le pietre migliori nella pratica della cristalloterapia. Come capire qual è la pietra che fa al caso nostro

Durante i corsi di cristalloterapia viene insegnato a utilizzare correttamente pietre e cristalli nella pratica del riequilibrio bioenergetico. In tale contesto spesso sorge una domanda spontanea: «qual è la differenza tra l’utilizzo di una pietra naturale e una pietra che è stata lavorata e resa liscia attraverso varie pratiche come la burattatura?». Lo spiega a Diario Salute TV Antonio Bruno Malatesta, insegnante di arti marziali e cristalloterapia.

Meglio grezza o levigata?
«La differenza è sostanziale: una pietra naturale è sicuramente energeticamente più forte ed è in grado di riequilibrare al meglio l’energia della persona che si avvicina a questa pratica bioenergetica. Le pietre levigate spesso hanno un’energia inferiore, se non addirittura totalmente prive».

Scegliere pietre di qualità
«Il mio consiglio è quello di rivolgersi sempre a dei commercianti esperti che siano in grado di fornire delle pietre naturali e di buona qualità bisogna, ed essere inoltre in grado di sviluppare la sensibilità e la percezione necessaria per riuscire a comprendere se la pietra a cui vi siete avvicinati è in grado di aiutarvi per il meglio oppure se non è adatta», conclude Malatesta.