25 giugno 2017
Aggiornato 19:00
Video Lezioni di Yoga

Yoga: le tecniche per rilassarsi in maniera semplice ed efficace. Rimandano tutti i pensieri negativi a più tardi

Giuseppe Panarello spiega a Diario Salute TV le tecniche di rilassamento da fare pochi minuti, anche a casa

Con questa puntata siamo arrivati alla fase finale, quella del rilassamento. Dopo la pratica, infatti, è fondamentale fare almeno cinque minuti di rilassamento. Ecco tutte le spiegazioni step by step di Giuseppe Panarello, insegnante di Ashtanga Yoga a Torino.

Prima di tutto munisciti di copertina e tappetino
«Per prima cosa ci sdraiamo sul tappetino, prendiamo una piccola copertina, portiamo le braccia lungo i fianchi con i palmi delle mani rivolti verso l’alto. Le caviglie, invece, devono essere rivolte verso l’esterno. È importante lasciarsi andare completamente, senza che vi sia alcuna tensione mentale o fisica», continua Panarello.

Respira in maniera controllata
«Ritroviamo un respiro naturale a livello addominale, gonfiando e sgonfiando dolcemente la pancia. Si inspira sia dal naso che dalla bocca, in maniera alternata. In questo modo il corpo riuscirà a rilassarsi sempre di più»

Portiamo l’attenzione a vari parti del corpo
«Portiamo ora l’attenzione a tutto il nostro corpo partendo dalla gamba destra: dall’anca fino alla punta dei piedi. Rilassiamo il piede, la caviglia, la tibia e il polpaccio, il ginocchio la coscia e, infine, l’anca. Portiamo quindi l’attenzione nella parte sinistra, nelle stesse zone corporee. Dopodiché si passa al braccio destro: la spalla, il braccio, il gomito, l’avambraccio e la mano. Ma anche il pollice, l’indice, medio, anulare e mignolo. Polso e palmo della mano. Facciamo la stessa cosa con la parte sinistra».

Rilassiamo viso e collo
«Ora rilassiamo il collo e la gola e portiamo l’attenzione al viso. Rilassiamo guance, bocca, lingua, gli occhi e fronte, cercando di avere una sensazione di abbandono totale, rimandando tutti i pensieri a più tardi. Ci godiamo qualche minuto di pace e silenzio».

Ritorniamo alla vita di sempre
«Piano piano, sempre tenendo gli occhi chiusi, muoviamo le dita dei piedi e delle mani, poi si massaggia la base del collo e del viso, girandoci lentamente su un fianco. Rimaniamo in questa posizione qualche minuto, dopodiché ci alziamo», conclude Panarello.