Il medico chirurgo estetico risponde

Filler e riempimento delle labbra, ci sono controindicazioni?

Il dottor Gianni Scarsella a Diario Salute TV «E’ importante studiare attentamente il volto della paziente per evitare di peggiorare la situazione estetica anziché migliorarla. I filler all’acido ialuronico sono i più adatti al riempimento delle labbra»

Moltissime pazienti richiedono un ingrandimento del labbro superiore e a volte questo può essere un errore, per una ragione ben precisa: prima di tutto perché fisiologicamente il labbro superiore è più piccolo rispetto all’inferiore – spiega il dottor Gianni Scarsella, medico chirurgo antiage della provincia di Torino.

Come un quadro
«Le labbra stanno ai denti come una cornice sta a un quadro. Ora, se questo quadro è decentrato, quando noi andiamo a iniettare un filler per aumentare i volumi del labbro superiore può capitare che questa operazione diventi un problema. Ciò accade perché il labbro superiore ha l’importante funzione di lasciar vedere gli incisivi superiori. Al contrario, il labbro inferiore non deve lasciar vedere gli incisivi inferiori», continua il dottor Scarsella.

E’ importante studiare al meglio la situazione del paziente
«Se noi abbiamo un prolabio molto lungo – ovvero la distanza che va dal brodo del labbro superiore alla base del naso – e già naturalmente non fa vedere gli incisivi, aumentando i volumi non si fa altro che peggiorare il problema e, di conseguenza, la situazione estetica. Quindi va attentamente studiato il sorriso della paziente e in base al difetto – se questo è presente – va eseguita la correzione adeguata.  Normalmente i filler all’acido ialuronico vanno benissimo per quanto riguarda l’innesto nel labbro superiore o inferiore e normalmente non ci sono problemi in seguito all’intervento», conclude il dotto Gianni Scarsella.