14 novembre 2018
Aggiornato 03:30

A Treviso eccezionale intervento al cuore senza bisturi, è il primo caso al mondo

I medici di Treviso hanno curato uno pseudo aneurisma senza usare bisturi e anestesia. Un intervento unico al mondo
Cuore
Cuore (Africa Studio | shutterstock.com)

TREVISO - I medici dell’unità di Emodinamica dell’ospedale Ca’ Foncello di Treviso sono riusciti a salvare la vita a un uomo grazie a un eccezionale intervento al cuore, senza utilizzare bisturi e anestesia. Quello che si è guadagnato il riconoscimento per aver gestito nel migliore dei modi un caso clinico complesso è il primo caso al mondo.

Il caso
Secondo quanto riportano i media locali, il paziente sottoposto alla procedura soffriva di uno pseudo aneurisma post-chirurgico (un foro), che gli aveva causato un accumulo di sangue nel ventricolo sinistro del cuore. La condizione sarebbe potuta degenerare e provocare un’emorragia interna che avrebbe portato alla morte l’uomo di 64 anni, residente a Treviso.

L’operazione unica al mondo
Per questo intervento, l’equipe medica guidata dal dottor Carlo Cernetti, primario della Cardiologia, ha raggiunto il muscolo cardiaco partendo dalla gamba del paziente per mezzo di un sondino di soli due millimetri. Quando sono giunti al cuore, e in particolare al ventricolo sinistro dove si era formato il foro, i chirurghi lo hanno chiuso con una speciale molletta. Questo intervento, eseguito all’inizio di ottobre, ha dunque evitato il verificarsi di un’emorragia. l’intervento e l’equipe medica sono stati elogiati da numerosi specialisti e organizzazioni sanitarie, non solo italiani.