18 ottobre 2018
Aggiornato 12:30

In arrivo il vaccino spray nasale contro l’influenza

A breve non si parlerà d’altro di influenza stagionale e vaccinazioni. Su questo fronte, è in arrivo una novità: il vaccino spray nasale. Iniziate le prove su bambini e ragazzi
In arrivo il vaccino spray contro l'influenza
In arrivo il vaccino spray contro l'influenza (viewfinder | shutterstock.com)

Tutti pronti per l’influenza stagionale, che farà la sua comparsa a breve? Come ogni anno, le speculazioni saranno molte: chi dirà che sarà più forte del solito; chi invece che lo sarà come sempre e chi inviterà tutte le persone a rischio (e non solo a vaccinarsi). Da anni, poi, si parla di un vaccino universale, che potrebbe proteggere da tutte le varianti di virus, perché uno dei problemi del vaccino classico è che spesso non offre la copertura ottimale o completa, proprio per la mutabilità dei virus influenzali. Tuttavia, al momento siamo ancora orfani di questo vaccino. Ma, su questo fronte è in arrivo una novità: il vaccino spray nasale con finalità universali, che sta già per essere testato in bambini e ragazzi dai 9 ai 17 anni, in uno studio clinico di fase 1 a cura dell’Istituto nazionale di allergie e malattie infettive (NIAID) del National Institutes of Health Usa. La sperimentazione prenderà il via a breve a St. Louis e terminerà il prossimo luglio.

Il virus cambia
Come accennato, il virus dell’influenza cambia di anno in anno. Per questo motivo, i vaccini devono essere riformulati ogni anno. Ma questo potrebbe cambiare le cose. «Siamo fiduciosi che i nuovi tipi di vaccini contro l’influenza, come per esempio il candidato in prova, forniranno protezione anche se i loro componenti non corrispondono esattamente ai ceppi del virus dell’influenza attualmente circolante», ha commentato in un comunicato stampa il dott. Anthony S. Fauci, direttore del NIAID.

Lo studio
Per questo studio sono stati reclutati 50 soggetti. Questi saranno suddivisi a caso in due gruppi. Il primo gruppo partecipante alla sperimentazione riceverà il vaccino spray nasale sperimentale, mentre l’altra metà riceverà una dose di soluzione salina inattiva erogata sempre come spray nasale. Tre mesi dopo aver ricevuto il loro dosaggio, a tutti i volontari verrà fatta un’iniezione intramuscolare per somministrare un vaccino influenzale stagionale e quadrivalente. L’intenzione dei ricercatori è quella di determinare se la combinazione dei farmaci porta a una protezione più ampia contro i virus influenzali rispetto al solo vaccino autorizzato. Campioni di sangue saranno prelevati in quattro tempi durante lo studio per rilevare la reazione immunitaria delle cellule produttrici di anticorpi e dal sistema immunitario. Ora non resta che attendere i risultati e sperare che si giunga finalmente a un vaccino universale da fare una volta sola (magari senza iniezione) e che funzioni contro tutti i ceppi di virus influenzali.