12 luglio 2020
Aggiornato 07:30
Sessualità addio

Sesso? Meglio lo zucchero. Non solo le donne perdono interesse

Un’indagine sulle abitudini di vita ha messo in luce che quasi la metà delle persone preferisce sacrificare il sesso, anche per un anno, ma non vuole rinunciare ai dolci. Fine dei rapporti sessuali?

Zucchero e dolci, in molti li preferiscono al sesso
Zucchero e dolci, in molti li preferiscono al sesso Shutterstock

REGNO UNITO – Meglio lo zucchero del sesso. Questa la sentenza emersa da un’indagine condotta da Simplyhealth e riportata dal DailyMail su 2.000 ambosessi e le loro abitudini di vita, che mostra come ben il 41% degli intervistati rinuncia tranquillamente ai rapporti sessuali ma non rinuncerebbe mai alla propria ‘dose’ quotidiana di zucchero. Il dolce sapore ha dunque il potere di essere duro con il sesso, tanto da uccidere la passione. Lo zucchero vince dunque sulla vita sessuale, e dimostra ancora una volta la sua natura ambigua, tanto da divenire una vera e propria droga a cui non rinunciare, specie pe runa persona su dieci che ha confessato di non poter state nemmeno un giorno senza il dolcificante o qualcosa di dolce. Tutto questo alla faccia della salute. Difatti, ben il 39% ha detto di non avere preoccupazioni sull’effetto dei dolci sul peso corporeo, il 33% non si preoccupa del rischio diabete e infine il 9% non pensa alla salute orale.

Le diete malsane
Non sono solo i salutisti a ritenere che lo zucchero è sia una droga che un killer silenzioso. Non a caso numerosi studi lo hanno associato anche allo sviluppo di alcune forme di cancro come quelle di polmoni, testa e nel collo, esofago e cervice. E proprio i tumori si nutrono letteralmente di zuccheri – che utilizzano come forma di energia per crescere e diffondersi nell’organismo. Oltre naturalmente al rischio diabete, obesità, malattie cardiovascolari. Eppure, a quanto pare appaga di più che non il sesso. Il dolce sapore è preferito da ambo i sessi, e alla domanda se fossero stati disposti a ridurre l’assunzione di zuccheri, il 39% ha detto che sarebbe stato più utile conoscere le alternative allo zucchero, mentre il 32% ha detto sarebbe stato utile avere maggiore accesso a ricette per cibi a basso contenuto di zucchero.

Lo zucchero e i denti
Il più noto e diffuso dolcificante al mondo, lo zucchero, non è stato solo accusato di essere una sorta di ‘droga bianca’ ma, come noto da tempo, anche di causare numerosi danni alla salute di bocca e denti. Quanto si parla di zucchero, infatti, il 36% delle persone intervistate si preoccupa della caduta dei denti, così come delle malattie gengivali (22%) e dell’alito cattivo (19%).
«Ogni volta che mangiamo o beviamo qualcosa di zuccherino, i batteri nelle nostre bocche si nutrono di questo zucchero e producono acidi nocivi che possono causare decadimento dei denti – spiega il dottor Henry Clover, capo della politica dentale a Simplyhealth – Questo richiede alla nostra saliva almeno un’ora per neutralizzare questi acidi e restituire la nostra bocca allo stato normale. Ciò significa che più volte al giorno si espongono i denti allo zucchero, più si aumenta la possibilità di decadimento dei denti. Questa ricerca – prosegue Clover – suggerisce che molte persone ritengono che disintossicarsi dallo zucchero sia particolarmente difficile perché l’improvviso cambiamento nello stile di vita può causare alterazioni dell’umore, problemi di concentrazione o bassi livelli di energia [gli inglesi questa condizione la chiamano ‘cold turkey’, Nda]. Facendo diminuire gradualmente l’assunzione di zuccheri possiamo ridurre drasticamente il rischio di problemi di salute orale. Oltre ai denti più sani, le persone che hanno ridotto lo zucchero potrebbero anche ottenere una perdita di peso, un aspetto della pelle più bello e un aumento dei livelli di energia». Secondo l’esperto poi eliminare totalmente lo zucchero dalla propria dieta, o vita, non è semplice perché ci sono molti siti che suggeriscono invitanti ricette di dolci, cibi o bevande che contengono zucchero, per cui i consumatori sono in qualche modo invogliati a mangiare o bere questi alimenti.