19 aprile 2019
Aggiornato 06:30
Sanità

Sesto decesso in Toscana per meningite. «Vaccinatevi!», l’appello dell’assessore

Muore un’altra donna per la meningite in Toscana, portando a 6 il numero delle vittime del 2016. L’assessore Saccardi rilancia l’appello: «Vaccinatevi». Tutto quello che devi sapere sulla Meningite, e come si previene e si cura

Meningite, ennesimo caso di morte in Toscana
Meningite, ennesimo caso di morte in Toscana ( Shutterstock )

FIRENZE – La meningite torna a far parlare di sé. E lo fa mietendo un’altra vittima, la sesta dall’inizio dell’anno soltanto in Toscana (nel totale, dal 2015, i morti sono stati 13). E’ una donna di 45 anni, giunta in condizioni gravissime al Pronto soccorso dell’Ospedale Santa Maria Nuova di Firenze. Non è stato possibile fare nulla e, poche ore dopo, è avvenuto il decesso – introno alle 7.00 di mattina. L’assessore Stefania Saccardi lancia ancora una volta un accorato appello: «Vaccinatevi!».

Non c’è tregua
Il Meningococco C pare non voler sentire ragioni, e continua nel suo cammino di contagio e morte in Toscana. Dal 2015 a oggi, i casi accertati di meningite sono stati ben 57, un numero elevato in tempi come questi, dove una simile malattia dovrebbe essere già stata debellata. Sono tredici le morti causate dalla meningite, di cui 7 nel 2015 e 6 nel 2016. Nel totale, soltanto una è stata causata dal Meningococco B; il resto dal ceppo C.

Vaccinatevi
Anche la donna deceduta ieri a Firenze non era vaccinata, sebbene sia ormai da tempo stata più e più volte consigliata la vaccinazione in tutta la regione e per tutte le fasce d’età. E anche per questo che l’assessore regionale alla Salute Stefania Saccardi rinnova il suo accorato appello: «Rinnovo ancora una volta il mio appello a vaccinarsi – ha dichiarato la Saccardi – a quanti rientrano nelle categorie per le quali la vaccinazione è indicata, e gratuita. Io stessa mi sono vaccinata contro il meningococco C l’anno scorso, e voglio ricordare che il vaccino è l’unico strumento per proteggersi. Ricordo – prosegue l’assessore – che la Regione ha prolungato la campagna straordinaria di vaccinazione contro il meningococco C fino al 31 marzo 2017».

Nonostante tutto, il calo
L’appello dell’assessore alla Salute arriva ancora una volta dopo l’osservazione che vi è stato un calo nelle risposte all’invito a vaccinarsi, nonostante le Campagne a favore. Dai dati in possesso si è stabilito che dall’inizio della Campagna vaccinale straordinaria a fine aprile 2015 e fino al 31 ottobre 2016 sono state eseguite in totale 717.457 vaccinazioni. Di cui 194.958 nella fascia di età 11-20 anni; 326.643 nella fascia 20-45 e 195.856 dai 45 anni in su.

Profilassi
Come sempre accade in questi casi, tutti coloro che sono stati a stretto contatto con la donna deceduta sono invitati a sottoporsi alla profilassi contro la malattia. Nel frattempo sono già stati rintracciati i conviventi della donna e gli operatori sanitari che hanno prestato i primi soccorsi: una ventina di persone a cui è stata somministrata la profilassi antibiotica contro il batterio. Come accennato, il responsabile della malattia è il Meningococco nelle sue varianti B e C.