26 maggio 2020
Aggiornato 06:30
Salute

Tumore al seno, colpisce sempre più giovani: + 15% sotto i 50. Gregoraci testimonial della Campagna Nastro Rosa

Prende il via nel mese di ottobre la Campagna Nastro Rosa, per la prevenzione del tumore al seno. Per l’occasione, la Lilt sottolinea che il 30% di tutti i tumori al seno riguarda le donne sotto i 50 anni, con un aumento dei casi del 15%. Testimonial della Campagna la showgirl Elisabetta Gregoraci, che sostituisce Anna Tatangelo. Coniati gli hashtag #fatelevedere #iofaccioprevenzione

Tumore al seno, al via la Campagna Nastro Rosa
Tumore al seno, al via la Campagna Nastro Rosa Shutterstock

ROMA – Il cancro al seno colpisce duro sempre più donne giovani. Secondo i dati comunicati dalla Lilt, la Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori, il 30% di tutti i tumori al seno diagnosticati alle in Italia riguarda donne le under 50. Nel frattempo, il mese di ottobre 2016 vede tornare la 24esima edizione della Campagna di prevenzione dei tumori delle donne, organizzata dalla stessa Lilt e patrocinata dalla Presidenza del Consiglio e dal Ministero della Salute. Testimonial della Campagna la showgirl Elisabetta Gregoraci, che sostituisce Anna Tatangelo. Supportata dagli hashtag #fatelevedere #iofaccioprevenzione.

Prevenire
La parola d’ordine è prevenire. E questo è possibile se le donne aderiscono al programma di screening previsto dal Sistema Sanitario Nazionale. Il programma è riservato alle donne di età compresa tra i 50 e i 69 anni. «Si stima che in Italia, nel 2016, saranno oltre 50 mila i nuovi casi di cancro alla mammella – precisa la Lilt – E nelle sole regioni del sud Italia, quali Puglia e Basilicata, si potranno verificare più di 5.000 nuovi casi di cancro al seno». Il claim «La prevenzione è un messaggio per tutte noi» e l’hashtag #iofaccioprevenzione» parlano a ogni donna giovane e non – spiegano alla Lilt – che abbia affrontato la patologia tumorale o che sia sana, abbiente e non abbiente, di ogni etnia, per sottolineare ancor più marcatamente che il messaggio è dedicato, appunto, a tutte le donne». Durante tutta la Campagna saranno attive, sia la Sede Centrale che le 106 Sezioni Provinciali e gli oltre 300 ‘Punti Prevenzione’ (ambulatori), per assicurare informazioni, consulenze, visite senologiche ed esami strumentali per la diagnosi precoce, gratuiti. Inoltre sarà maggiormente implementata l’attività della Linea verde SOS LILT 800.998877, il servizio di ascolto e risposta che, da oltre 15 anni, si occupa di soddisfare le richieste circa le patologie oncologiche, fumo-correlati, diritti del malato oncologico e altro.

Lo scoprono da sole
Spesso le donne scoprono da sé di avere un qualcosa che non va al seno. Per esempio, si legge nel comunicato Lilt, è il 35% delle donne che scopre da sola di avere un nodulo alla mammella. La Campagna di prevenzione della lotta ai tumori delle donne, si svolgerà in tutta Italia nel corso del mese di ottobre e sarà supportata da oltre 300 ‘spazi prevenzione’. «In Italia, solo il 60% delle donne in età di screening si sottopone allo screening – sottolinea Francesco Schitulli, presidente della Lilt – Al Sud questo dato è anche più basso, dato che meno del 40% delle donne si sottopone a screening nella fascia di età in cui dovrebbe farlo, mentre al nord siamo sopra l’80%».
Per informazioni su tutte le iniziative 02 49521 oppure www.legatumori.mi.it

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal