28 maggio 2020
Aggiornato 21:00
Un milione di persone pronte a vaccinarsi contro la meningite

Meningite, è allarme. In Toscana al via la vaccinazione di massa

Allarme meningite in Toscana, e non solo. Dopo i 12 casi di meningite, sono almeno un milione le persone che potrebbero vaccinarsi. I sindaci del Mugello scendono in campo

FIRENZE ─ È ormai allarme meningite. Dopo che si è registrato il 12mo caso dall’inizio dell’anno, si stima che potrebbero essere distribuite fino a un milione di dosi di vaccino.

Agire senza aspettare
Nel corso dell’incontro che si è tenuto al Ministero della Salute tra il ministro Beatrice Lorenzin, l’assessore regionale al diritto alla salute della Toscana, Stefania Saccardi, il presidente dell’Istituto Superiore di Sanità, Walter Ricciardi, il direttore generale della Prevenzione sanitaria del ministero, Ranieri Guerra, e il direttore generale di Aifa Luca Pani, presente anche il parlamentare Federico Gelli, si sono decise le azioni da mettere in campo. L’Aifa (Agenzia Italiana del Farmaco) si è detta disponibile ad aiutare la Regione Toscana nel reperimento dei vaccini contro la meningite e nella negoziazione del prezzo. Allo stesso tempo l’Istituto Superiore di Sanità condurrà uno studio sulla durata della protezione vaccinale.

Monitoraggio attivo
È stato dato il via libera anche all’attivazione di un’unità di monitoraggio permanente composta da membri di Regione Toscana, Ministero della Salute e Istituto Superiore di Sanità. L’intento è valutare sotto il profilo epidemiologico quello che sta accadendo in Toscana a proposito della diffusione del meningococco C, soprattutto in una parte della regione. Al centro della Campagna di vaccinazione «intensiva» sono soprattutto i giovani e gli adulti, anche perché i più piccoli sono già vaccinati contro il meningococco C.

Vaccini gratis
Decisa altresì la gratuità, senza limiti di età, della vaccinazione contro il meningococco C per i cittadini dell’Asl Toscana Centro (province di Firenze, Pistoia e Prato), nonché il pagamento di un ticket ridotto, sempre senza limiti di età, per il resto della regione. Al 31 gennaio 2016, dall’inizio della campagna straordinaria sono state vaccinate in Toscana 258.562 persone: 139.372 nella fascia di età 11-20, 119.190 nella fascia 20-45. Nel 2016 sono già 12 i casi di meningite contati in Toscana: 10 da meningococco C. Nel 2015 erano stati registrati 38 casi, 31 dei quali da ceppo C. Le vittime lo scorso anno sono state 9. Le decisioni emerse nel confronto con il ministro della salute Lorenzin sull’emergenza meningite diventeranno operative dopo la delibera che verrà assunta dalla Giunta regionale nella seduta della prossima settimana.

Dal Mugello, l’appello
Dai sindaci del Mugello arriva l’appello a vaccinarsi: #conlameningitenonsischerza. Ma scendono loro stessi in campo dando l’esempio per primi, e sottoponendosi volontariamente alla vaccinazione ─ con tanto di naso rosso da clown. Trai partecipanti c’erano il presidente dell’Unione dei comuni del Mugello e sindaco di Scarperia e San Piero Federico Ignesti, il presidente della Società della salute Mugello e sindaco di Vicchio Roberto Izzo, e poi i sindaci di Barberino, Borgo San Lorenzo, Firenzuola, Marradi e Palazzuolo sul Senio. «Con questa iniziativa abbiamo voluto rilanciare l’appello fatto dalla Regione a vaccinarsi, invitando i cittadini mugellani a farlo effettuando la prenotazione della vaccinazione ai Cup. La vaccinazione è il modo più semplice ed efficace per proteggere se stessi e proteggere gli altri», ha commentato Roberto Izzo anche a nome degli altri sindaci.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal