26 settembre 2021
Aggiornato 23:00
La decisione del GUP

Caso Gregoretti, non luogo a procedere per Matteo Salvini

L'ex ministro dell'Interno e leader della Lega non andrà a processo per la vicenda della nave Gregoretti. Lo ha deciso il GUP di Catania Nunzio Sarpietro che ha emesso il decreto di non luogo a procedere

Video Agenzia Vista

Il leader della Lega, Matteo Salvini, non è da processare perché il fatto non sussiste. Lo ha deciso il gup di Catania Nunzio Sarpietro, al termine della camera di consiglio al carcere Bicocca, nell'ambito del processo Gregoretti.

Salvini: «Dedico mio proscioglimento a gente per bene»

«Dedico questa sentenza ai miei figli, agli italiani e agli stranieri per bene, e in particolare alle donne e agli uomini delle forze dell'ordine che ogni giorno combattono per rendere più sicuro il nostro Paese. E spesso lo fanno a mani nude». Lo ha detto il leader della Lega, Matteo Salvini, commentando la sentenza di non luogo a procedere per la vicenda Gregoretti decisa dal gup di Catania Nunzio Sarpietro.

«Questa giustizia dice che un ministro che ha difeso i confini e la dignità dell'Italia è un ministro che ha fatto semplicemente il suo dovere - ha detto Salvini -. Sono contento e ribadisco che quando e se gli italiani torneranno a votare e restituirmi responsabilità di governo farò esattamente la stessa cosa perché la migrazione regolare, controllata qualificata è un fattore positivo l'immigrazione fatta a mo' di Lampedusa con 3mila sbarchi in una settimana porta il caos».

«GUP Catania ha approfondito e studiato»

«Se non esiste sequestro a Catania non vedo perché debba esistere sequestro a Palermo. Non c'è niente di scontato, ma come diceva l'avvocato Bongiorno questo giudice ha approfondito, studiato, lavorato e si è preso le sue responsabilità. Altri probabilmente scelgo vie più comode. La giornata di oggi rende giustizia di tante accuse, tante parole al vento. Mi dispiace soltanto per i denari che sono costate ai cittadini italiani queste giornate che hanno impegnato centinaia di persone».

«Sinistra usa giustizia per vincere elezioni»

«Abbiamo la Sinistra più retrograda del continente europeo che prova a usare la magistratura per vincere le elezioni che non riesce a vincere in cabina elettorale. La sentenza di oggi spero che sia anche utile agli amici del Pd e dei 5 Stelle, le battaglie si vincono o in Parlamento o in cabina elettorale. Non in Tribunale».

Bongiorno: «Questo processo è 'matrioska' con Open Arms»

«In questa sentenza c'è anche il caso Open Arms, tenetene conto. E' una sorta di processo 'matrioska'. Questo giudice è stato estremamente rigoroso ed attento perché fin dalle prima udienza ha voluto non giudicare in maniera superficiale, ha acquisito tutto il fascicolo processuale, ha acquisito una serie di testimonianza fondamentali. Questo significa che questa è una sentenza emessa dopo un'analisi dettagliata di quello che e successo. Quindi non abbiamo avuto un Gup che si è voluto levare il pensiero di un processo, ma un Gup che ha voluto analizzare. Questo è stato un vero e proprio processo, approfondito analitico, coi testimoni. siamo estremamente soddisfatti». Lo ha detto l'avvocato Giulia Bongiorno, legale difensore di Matteo Salvini, oggi a Catania al termine della Camera di Consiglio in cui il Gup Nunzio Sarpietro ha deciso il non luogo a procedere.

Meloni: «GUP sancisce Salvini adempiuto a suo dovere»

«Con la sentenza di non luogo a procedere emessa dal Gup di Catania sul caso Gregoretti viene sancito che non c'è stato nessun sequestro di persona e che l'allora Ministro dell'Interno ha solo adempiuto al dovere che il suo incarico gli imponeva: difendere i confini. Sono felice per Matteo Salvini e a lui va ancora una volta la vicinanza di Fratelli d'Italia». Lo dichiara il presidente di Fratelli d'Italia, Giorgia Meloni.

Lega: «Giustizia è fatta, Salvini agì da Ministro»

«Giustizia è fatta. Matteo Salvini assolto perché 'il fatto non sussiste'. Una decisione che conferma chiaramente come Salvini operò in modo corretto e conforme ai principi costituzionali: difendere i confini del proprio Paese è un dovere di ogni ministro dell'interno. Salvini ha fatto esattamente questo. Bene quindi la decisione del Gup di Catania di non mandarlo a processo». Così i capigruppo Lega di Senato e Camera, Massimiliano Romeo e Riccardo Molinari.