20 febbraio 2020
Aggiornato 01:30
Governo Gentiloni

Manifestazione antifascista di Como, Boldrini dalla piazza: «Obiettivo raggiunto»

Il presidente della Camera: «Non dobbiamo mai abbassare la guardia di fronte alla minaccia di aggressione all'ordinamento democratico»

ROMA - «Non dobbiamo mai abbassare la guardia di fronte alla minaccia di aggressione all'ordinamento democratico. In Europa e anche in Italia sono attivi gruppi, a votle veri e proprie partiti che si ispirano a ideologie fasciste e sfidano apertamente lo Stato. Non sono gruppuscoli di ragazzi eccentrici e intemperanti: non si può essere indulgenti su questo, altrimenti si arriva quando è troppo tardi». Lo ha detto la presidente della Camera, Laura Boldrini, aprendo i lavori del secondo forum parlamentare Italia-America latina e Caraibi.

In particolare, Boldrini ha insistito con l'allarme sulle attività nei social media: «Su Facebook ci sono migliaia di pagine che inneggiano al fascismo: alcune sono chiaramente apologetiche, e l'apologia di fascismo in Italia è reato. Non è possibile che Facebook sia terra di nessuno, senza regole; e non si può liquidare la questione dicendo che sono fenomeni nazionali, regolati da leggi nazionali, e dunque Facebook non può fare nulla. Fascismo e nazismo sono state tragedie globali. Non si può liquidare così la questione», ha concluso Boldrini, auspicando di "rafforzare la collaborazione delle assemblee parlamentari" contro questi fenomeni.