23 settembre 2020
Aggiornato 05:00
Politica locale

Casapound caccia gli ambulanti dalle spiagge di Ostia

Alcuni volontari del movimento politico di estrema destra hanno cacciato alcuni venditori abusivi che smerciavano «cianfrusaglie di dubbia provenienza e che vendono anche bibite facendo concorrenza sleale»

ROMA - Una quindicina di militanti di Casapound hanno fatto irruzione ieri lungo le spiagge libere di Ostia per ripritinare il decoro. «I venditori abusivi -spiega nel video Luca Marsella, responsabile di Cpi sul lido di Roma - oltre a cianfrusaglie di dubbia provenienza, vendono anche bibite facendo concorrenza sleale ai legittimi concessionari delle strutture che invece sono sovente tartassati da controlli di vigili».