30 marzo 2020
Aggiornato 06:30
Politica locale

Casapound caccia gli ambulanti dalle spiagge di Ostia

Alcuni volontari del movimento politico di estrema destra hanno cacciato alcuni venditori abusivi che smerciavano «cianfrusaglie di dubbia provenienza e che vendono anche bibite facendo concorrenza sleale»

ROMA - Una quindicina di militanti di Casapound hanno fatto irruzione ieri lungo le spiagge libere di Ostia per ripritinare il decoro. «I venditori abusivi -spiega nel video Luca Marsella, responsabile di Cpi sul lido di Roma - oltre a cianfrusaglie di dubbia provenienza, vendono anche bibite facendo concorrenza sleale ai legittimi concessionari delle strutture che invece sono sovente tartassati da controlli di vigili».

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal