Operazione Mare Nostrum

Corruzione, tangenti sui traghetti: arrestato ex sindaco di Trapani. Indagati Crocetta e la sottosegretaria Vicari

I carabinieri di Trapani e Palermo, nell'ambito dell'operazione 'Mare Nostrum' sulle mazzette nel settore del trasporto marittimo, hanno arrestato con l'accusa di corruzione e altri reati Girolamo Fazio, ex primo cittadino di Trapani

PALERMO - I carabinieri di Trapani e Palermo, nell'ambito dell'operazione «Mare Nostrum» sulle mazzette nel settore del trasporto marittimo, hanno arrestato con l'accusa di corruzione e altri reati Girolamo Fazio, ex primo cittadino di Trapani e candidato sindaco alle prossime elezioni comunali, attualmente deputato regionale del gruppo Misto, eletto con il Pdl, il funzionario della Regione Siciliana, Giuseppe Montalto, coordinatore della segreteria particolare dell'Assessorato regionale delle Infrastrutture e della Mobilità e l'armatore Ettore Morace, presidente della compagnia di navigazione "Liberty Lines». La famiglia Morace, che sostiene Fazio, gestiva la compagnia Ustica lines che collega con traghetti la città di Trapani alle isole minori. La moglie del proprietario, Vittorio Morace, padre dell'armatore finito in manette, è nella lista degli assessori designati da Fazio in caso di sua elezione. I militari hanno eseguito il provvedimento cautelare emesso dal gip del Tribunale del capoluogo regionale, su richiesta della locale Procura della Repubblica.