Lotta al crimine

Arresti tra gli ultras Atalanta per rapine e spaccio

Le indagini, avviate nel settembre 2015 e condotte dagli agenti della Squadra mobile bergamasca e del Servizio centrale operativo della polizia di Stato, hanno consentito di acquisire gravi elementi indiziari a carico di un gruppo di italiani, un cittadino albanese e uno serbo

BERGAMO - Tifo e droga, in manette anche alcuni ultras dell'Atalanta. Arresti e perquisizioni in provincia di Bergamo, in prevalenza tra le fila del tifo organizzato. Tutti sono accusati a vario titolo di traffico e spaccio di sostanze stupefacenti, estorsione, rapina e resistenza a pubblico ufficiale. Le indagini, avviate nel settembre 2015 e condotte dagli agenti della Squadra mobile bergamasca e del Servizio centrale operativo della polizia di Stato, hanno consentito di acquisire gravi elementi indiziari a carico di un gruppo di italiani, un cittadino albanese e uno serbo, tutti vicini agli ambienti della tifoseria legata all'Atalanta, la formazione bergamasca che milita nella Serie A di calcio, secondo gli inquirenti da tempo dediti alla cessione di ingenti quantitativi di droga, anche tra i tifosi nerazzurri.