17 giugno 2019
Aggiornato 06:30
Parla il ministro dell'Interno

Berlusconi-Marchini, Alfano: L'alleanza dei moderati è prematura, oggi Silvio dice no

Citando l'ex premier Angelino Alfano sottolinea come "Roma vale per Roma, non c'è un disegno nazionale almeno per il momento"

MILANO -La scelta di Forza Italia di sostenere Alfio Marchini a Roma è "di buon senso e grande razionalità", ma "parlare di una strategia generale legata a questo è un po' prematuro, non perché lo dico io ma perché lo ha negato oggi lo stesso presidente Berlusconi in una intervista in cui ha detto che Roma vale per Roma e questo non implica un disegno nazionale». Lo ha detto il ministro dell'Interno, Angelino Alfano, a margine di un convegno alla Fondazione Cariplo di Milano.

"Silvio è un uomo realista"
"E' chiaro che, come è già stato in questo caso, le scelte future del presidente Berlusconi e di Forza Italia saranno guidate dalla realtà - ha aggiunto Alfano - Silvio Berlusconi è un uomo realista, in questo caso la realtà lo ha posto dinanzi alla giusta necessità di decidere, e ha deciso per Marchini".

"Un conto è l'estrema destra lepenista, altro il popolarismo liberale moderato"
"Oggi lui dice che non vale per il futuro, che non vale per un'aggregazione moderata. Ma io credo che la realtà si incaricherà di spiegare, nei mesi a venire, che un conto è l'estrema destra lepenista, che dice no all'Europa e che nel mare non si deve trovare nessuno, e un'altra cosa è il popolarismo liberale moderato di chi invece è affezionato alle soluzioni concrete".