23 ottobre 2019
Aggiornato 21:00
L'iniziativa in quattro luoghi della città

«Wake Up Roma», appuntamento in piazza dei cittadini per pulire la città

Nessun luogo al mondo può essere tenuto pulito da municipalizzata, anche la più efficiente, se non c'è senso civico e rispetto: questo è quello in cui credono gli organizzatori di «Wake Up Roma»

ROMA - Come si fa a rendere Roma più pulita? Facile: i cittadini scendono in piazza e, olio di gomito, iniziano a pulirla. Migliaia di romani si sono dati appuntamento in piazza per ripulire la città. I volontari si sono ritrovati in quattro piazze, Porta Maggiore, Piazza Vittorio Emanuele II, Villa Paganini e Piazza Anco Marzio a Ostia con l'obiettivo di farle tornare al loro splendore con piccoli interventi di pulizia, raccogliendo rifiuti, staccando adesivi, sistemando le aree verdi.

Cittadini parte fondamentale della città
L'iniziativa Wake up Roma è stata organizzata dalla startup Luiss Enlabs e Retake Roma, di cui Simone Vellucci è presidente. «Sicuramente servono i cittadini, è una parte fondamentale, nessun luogo al mondo può essere tenuto pulito da municipalizzata, anche la più efficiente, se non c'è senso civico e rispetto». In tutte e quattro le piazze inoltre sono state organizzate visite guidate gratuite per scoprirne storia e aneddoti, spettacoli per bambini, musica e attività ludico-didattiche di sensibilizzazione ambientale svolte da ecoinformatori AMA.