17 novembre 2019
Aggiornato 11:00

Torna a casa Dibba: «Mi difenderò dalle cazz... che scrivono su di me»

Alessandro Di Battista torna in Italia. L'annuncio è arrivato in diretta Facebook

ROMA - Alessandro Di Battista torna casa. L'annuncio è arrivato in diretta Facebook: «Dopo 16.718 km in bus (più altri su varie imbarcazioni), con qualche kg in meno noi due e qualcuno in più Andrea, dopo aver visitato 9 paesi, scritto reportage, girato documentari, dopo aver vissuto per 7 mesi la vita che sognavamo per nostro figlio... torniamo a casa. Un saluto e un augurio di Buon Natale a tutti quanti!». L'ex parlamentare dei 5 stelle lascia dunque il Sud America per fare il suo rientro a Roma, felice dei reportage in onda su Loft e del successo, personale e professionale, del suo viaggio. 

«Mio fratello Luigi»

Dibba saluta dal mercatino vicino a Quito dove «siamo venuti a fare i regali di Natale» prima di un amarcord sulla formazione del governo pentastellato dello scorso giugno («Mi ha fatto effetto non esserci, ma non potevamo fare scelta migliore»), poi l’appuntamento con suo «fratello Luigi», cioè il capo politico del Movimento Di Maio con cui trascorreranno le vacanze natalizie («Ci parleremo e vedremo il da farsi»).

Il caso del padre

Infine tra le motivazioni del suo rientro, in puro stile Di Battista, compare anche questa: «Difendermi dalla cazzate che scrivono su di me. Ma sarà un piacere». Il riferimento di Di Battista è alla vicenda che ha avuto come protagonista l’azienda di cui il padre Vittorio è titolare e che versa in gravi condizioni finanziarie, con debiti verso i dipendenti e il fisco. Vedremo cosa dirà riguardo al Movimento 5 Stelle che perde colpi rispetto all’alleato di Governo, la Lega di Salvini, e a una «manovra del popolo» che preannuncia mesi di battaglia.