18 dicembre 2018
Aggiornato 18:00

Bagnasco: «Dire no al Terzo Valico è un suicidio»

Il Cardinale Arcivescovo: «Opera per il benessere del Paese non per Genova»

Il Cardinale Angelo Bagnasco
Il Cardinale Angelo Bagnasco (ANSA)

GENOVA - «Il Terzo valico è un'opera importante,significativa e nazionale che andrà avanti perché il contrario sarebbe un suicidio per il Paese». Lo ha detto il Cardinale Arcivescovo di Genova Angelo Bagnasco nell'omelia durante la messa per Santa Barbara celebrata nel tunnel dell'opera al cantiere di Fegino.

BENE CONDIVISO - Il Terzo Valico, l'alta velocità ferroviaria tra Genova e Milano «non è un'opera per Genova, ma per l'Italia. Tutto il Paese dovrebbe guardare a questo bene condiviso, non particolare, qui, senza retorica, passa il benessere dell'Italia. Genova è lo sbocco o se volete l'ingresso dell'Europa».