15 dicembre 2018
Aggiornato 19:30

Tajani: dopo elezioni Ue nuovo governo Lega-Fi. E chiama gli azzurri in piazza (ma non con Salvini)

Le elezioni europee provocheranno la fine dell'attuale governo Lega-M5S e faranno nascere un nuovo esecutivo, promette l'azzurro presidente del Parlamento Ue

BRUXELLES - Le elezioni europee provocheranno la fine dell'attuale governo Lega-M5S e faranno nascere un nuovo esecutivo sostenuto da Forza Italia e dal partito di Matteo Salvini. Ne è convinto il presidente del Parlamento Europeo, Antonio Tajani. Un governo Lega-Fi ci sarà "presto, attorno alle elezioni europee. Sono troppe le contraddizioni che caratterizzano l'accordo Lega-5 Stelle, ci sono tante fibrillazioni, vanno avanti a colpi di fiducia e quindi credo che questo governo abbia vita breve" ha detto Tajani a margine del consiglio nazionale della Fabi. "Non so se cadrà prima, ma certamente cadrà dopo" le elezioni, ha spiegato ancora il vicepresidente di Forza Italia, "perché troppe sono le contraddizioni, troppe le volte con cui si risolvono i problemi con il voto di fiducia, vi sono visioni economiche e politiche troppo differenti». Riguardo alla manovra "è già fallita. I contenuti sono sbagliati, servono crescita e infrastrutture. L’Italia si è arresa all’Ue. Il governo ha le ore contate".

Opposizione "durissima" di Fi
Tajani manda un messaggio chiaro al governo e annuncia una opposizione durissima da parte degli azzurri: "Forza Italia farà un'opposizione durissima a questa manovra che aumenta le tasse, non tiene conto dell'Italia che produce, Pmi in particolare, e dei giovani, e così facendo ci porterà alla recessione. I 170 parlamentari, l'intero partito, si mobiliterà per chiedere che venga stravolta l'attuale legge di bilancio». Poi il vicepresidente degli azzurri si rivolge a Salvini e Di Maio: "'Non basta far contenti Moscovici o Juncker. Serve credibilità, serietà e responsabilità. M5S e Lega devono capire che così l'economia va a rotoli".

La mobilitazione del 7 dicembre
Tajani lancia anche una nuova iniziativa di piazza di Forza Italia: una mobilitazione il 7 dicembre all'hotel Ergife con il presidente Berlusconi. Mentre il 15 ci saranno gli Stati generali a Perugia e Napoli. Poi la stoccata sui due vicepremier: "Regalerò a Salvini e Di Maio una fotografia di Renzi... E' facile perdere il consenso. Stanno solo facendo promesse che poi non mantengono. Gli italiani stanno pagando la propaganda di M5S e Lega». Poi conferma l'assenza degli azzurri in piazza con la Lega all'altra manifestazione della settimana, quella dell'8 dicembre (e non stiamo parlando del no Tav a Torino): "È una festa religiosa, io sarò in piazza di Spagna, è la piazza che mi interessa quel giorno. Noi chiediamo alla Lega di fare qualcosa di centrodestra, si ricordi che il partito è stato votato con la coalizione di centrodestra, con un programma di centrodestra». Infine lancia l'allarme: "Dopo aver dichiarato guerra a tutti e aver giocato la partita del capitan Fracassa, ora il governo è terrorizzato dalla procedura d'infrazione, fa marcia indietro e va a Bruxelles con il cappello in mano. Non si rendono conto che stiamo pagando un prezzo altissimo per l'ostilità nei confronti dell'Europa".