16 settembre 2021
Aggiornato 23:00
Immigrazione

Dalla Libia in arrivo in Italia oltre 600 migranti

Emergenza nel Mediterraneo: dalle coste libiche sono salpate diverse imbarcazioni. L'Italia coordina le operazioni di soccorso

ROMA - Da Lampedusa sono partite tre motovedette per le operazioni di soccorso in acque internazionali davanti alle coste libiche. Con loro due mercantili, richiamati dalla sala operativa di Roma, e la Aquarius di Sos Mediterranee, unica nave umanitaria presente in questo momento nel Mediterraneo. Le operazioni, ancora in corso, hanno permesso di salvare oltre 600 migranti dopo una notte drammatia trascorsa in pieno Mediterraneo. A segnalare la posizione di tre dei gommoni l'aereo dei piloti volontari che da qualche settimana partecipa alle operazioni pattugliando dall'alto il mare. Ancora non è noto in quale porto italiano saranno fatti sbarcare i migranti salvati. Dopo le quasi 500 persone sbarcate ieri tra Pozzallo e Reggio Calabria, un altro compito gravoso attende il ministro degli Interni, Matteo Salvini, che solo poche ore fa su Facebook aveva promesso: «Non sarà un'altra estate di sbarchi».

La situazione
I migranti soccorsi in acque internazionali davanti alle coste libiche sono stati tutti trasbordati a bordo della Aquarius. Sull'imbarcazione ci sono che ha 629 persone a bordo, tra cui 123 minori non accompagnati, 11 bambini e sette donne incinte, e sta già facendo rotta verso l'Italia. Ieri nel porto di Reggio Calabria è attraccata la Sea Watch 3, nave di una Ong tedesca battente bandiera olandese, con a bordo 232 migranti soccorsi nei giorni scorsi nel Canale di Sicilia. La nave, dopo aver stazionato per tre giorni in acque internazionali, ha raggiunto il porto calabrese dopo il via libera del ministero dell'Interno. La Sea Watch 3 è la prima nave con migranti a sbarcare dopo l'insediamento del nuovo Governo. A bordo ci sono 215 uomini, 17 donne, una delle quali incinta, e 29 minori non accompagnati di età compresa tra i 9 ed i 18 anni ed un bambino di 5 anni.

Lo sbarco a Pozzallo
Nelle stesse ore a Pozzallo sono sbarcati 225 migranti soccorsi nel mare Mediterraneo arrivati su due imbarcazioni nel porto del Ragusano. Sono 109 a bordo di nave Diciotti della Guardia costiera italiana e 126 della Seefuchs imbarcazione da diporto battente bandiera olandese, ma riconducibile a una Ong tedesca. I migranti sono stati trasferiti momentaneamente all'hotspot di Pozzallo.