29 marzo 2020
Aggiornato 20:00
Genova

"Arrivano i Carabinieri", lo spacciatore manda giù le dosi

Ha ingoiato 7 grammi di eroina, mentre cercava di sfuggire agli agenti con calci e pugni. I Carabinieri lo hanno subito portato in ospedale, dove ha espulso la droga qualche ora dopo. Adesso è agli arresto

Dopo lo scampato pericolo gli agenti hanno arrestato lo spacciatore
Dopo lo scampato pericolo gli agenti hanno arrestato lo spacciatore ANSA

GENOVA - Uno spacciatore, sorpreso lunedì pomeriggio a vendere eroina dai Carabinieri, per evitare di essere fermato prima ha ingoiato alcuni grammi di stupefacente, poi ha aggredito i militari con calci e pugni.

IN OSPEDALE - Dopo l'aggressione e la mossa pericolosa di ingerire parte della droga, gli agenti sono riusciti a bloccarlo. E' stato subito trasferito al pronto soccorso dell'ospedale Villa Scassi di Sampierdarena, dopo alcune ore di ricovero in Osservazione ha espulso 7 grammi di droga senza riportare danni ed è stato arrestato.

LE ACCUSE - L'uomo, un trentaduenne genovese con precedenti penali, è stato bloccato dai Carabinieri della compagnia di Sampierdarena in piazza Pallavicini, a Rivarolo, dovrà rispondere di spaccio e resistenza a pubblico ufficiale.
   

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal