5 dicembre 2019
Aggiornato 20:00

Imbrattata la sede di Forza Italia di Campi Bisenzio

Manifesti elettorali strappati e comitato elettorale per Quercioli sindaco imbrattato con vernice rosa. Condanna dai parlamentari Stefano Mugnai e Mara Carfagna

La sede di Forza Italia imbrattata
La sede di Forza Italia imbrattata ANSA

FIRENZE - «Stamani a Campi Bisenzio (Firenze) Forza Italia si è svegliata con i manifesti elettorali strappati e il punto elettorale per il candidato sindaco Maria Serena Quercioli imbrattato di vernice». Questa la denuncia, in una nota, dal coordinatore regionale di Forza Italia in Toscana e deputato Stefano Mugnai. «Soliti imbecilli, la cui mamma evidentemente è sempre in stato interessante ha proseguito Mugnai. «Proprio giovedì sera, insieme ai candidati, ai parlamentari del territorio e alla vicepresidente della Camera, l'onorevole Mara Carfagna eravamo a Campi per una cena riuscitissima. Probabilmente la credibilità e l'autorevolezza di Forza Italia disturba qualche facinoroso». La risposta di Forza Italia? «Di fronte a questa imbecillità c'è solo una risposta possibile: un sorriso grande come una casa, secchio e colla per riattaccare i manifesti, secchio e solventi per ripulire la sede e soprattutto vincere le elezioni. Ed e' ciò che faremo. Sorridendo…» ha concluso. 

La solidarietà di Mara Carfagna
Condanna per il gesto e solidarietà al comitato elettorale è arrivata da Mara Carfagna tramite Facebook: «La paura di perdere, l’imbarazzo per non avere idee e forze sufficienti per fermare la proposta politica del centrodestra purtroppo si manifestano anche così, con il vandalismo e i tentativi di intimidazione. Solidarietà agli amici di Forza Italia di Campi Bisenzio e alla candidata sindaco del centrodestra, Maria Serena Quercioli, per l’attacco di questa notte alla sede del partito. Come ho avuto modo di dire loro giovedì, quando ho potuto ascoltarla e confrontarmi coi dirigenti del centrodestra, la Toscana e’ sempre meno rossa e con questa tornata di Amministrative sarà definitivamente conquistata dal buongoverno del centrodestra. Si rassegnino i vandali e i violenti: non riusciranno ad intimidirci ne’ a fermare il cambiamento».