18 dicembre 2018
Aggiornato 18:30

Forte si gioca l'ultima carta e scrive a prefetto, ministero e procura

La prima cittadina ha chiesto di facilitare la surroga dei quattro consiglieri dimissionari, e ha presentato un esposto chiedendo di avviare indagini

Forte si gioca l'ultima carta e scrive a prefetto, ministero e procura
Forte si gioca l'ultima carta e scrive a prefetto, ministero e procura (Facebook, Città di Vercelli)

VERCELLI - Prova di forza da parte del sindaco di Vercelli, Maura Forte che ieri ha inviato una nota al prefetto, al difensore civico regionale e al ministero dell’Interno, chiedendo che le istituzioni si attivino per «facilitare» la surroga dei quattro consiglieri dimissionari, dopo il nulla di fatto dell'ultima assemblea cittadina. Con questa mossa la prima cittadina ha voluto fare pressione sulla minoranza perché non diserti il consiglio comunale convocato per questo giovedì, quando si tenterà per la terza volta di rimpiazzare  Maria Pia Massa, Giordano Tosi, Donatella Capra e Giorgio Comella con Massimo Bignardi, Carlo Truffa, Francesca Tini Brunozzi e Walter Manzin.

L'esposto in procura
L’amministrazione ha poi paventato alla procura che vi siano stati «comportamenti illegittimi, finalizzati esclusivamente e intenzionalmente a procurare un danno ingiusto agli organi del Comune e alle loro prerogative, impedendoli ad operare nell’interesse della collettività», invitandola ad indagare. Infine Forte ha chiesto che, nel caso anche il prossimo consiglio comunale si concluda con un nulla di fatto, venga inviato un commissario ad acta per consentire la surroga dei dimissionari e permetterà l’operatività del Comune.