18 dicembre 2018
Aggiornato 18:00

Mezza vittoria per Forte: convoca il Consiglio ma è un nulla di fatto

Tredici i presenti, dopo il parere favorevole da Roma che ha fissato a 11 il numero legale per lo svolgimento dei lavori. Rinviate le surroghe

Mezza vittoria per Forte: convoca il Consiglio ma è un nulla di fatto
Mezza vittoria per Forte: convoca il Consiglio ma è un nulla di fatto (Facebook, Città di Vercelli)

VERCELLI - Mezza vittoria per il sindaco di Vercelli, Maura Forte, che è riuscita a convocare il consiglio comunale con 13 presenti, dopo il parere favorevole da Roma che ha fissato a 11 il numero legale per lo svolgimento dei lavori. La maggioranza però non è riuscita a votare l'unico ordine del giorno della seduta: la surroga di Maria Pia Massa, Giordano Tosi, Donatella Capra e Giorgio Comella con Massimo Bignardi, Carlo Truffa, Francesca Tini Brunozzi e Walter Manzin. Ci vorrà quindi una terza assemblea per irmpiazzare i dimissionari.

Gaietta si dimette
Durante la serata si è dimesso da presidente del Consiglio, non da consigliere, Michele Gaietta, che ha motivato il gesto spiegando che in qualità di segretario cittadino del Pd non sarebbe più considerabile come imparziale in quel ruolo, che sarà ricoperto dal consigliere più anziano, Emanuele Caradonna.