27 giugno 2019
Aggiornato 05:30
Eutanasia

L'appello di Marco Cappato alla politica

All'indomani della decisione della Corte d'Assise di Milano sul processo per la morte di Dj Fabo è stato lanciato l'hashtag #TiVotoSeTiImpegni

ROMA - All'indomani della decisione della Corte d'Assise di Milano di rimettere alla Corte Costituzionale gli atti sul processo per la morte di Dj Fabo, Marco Cappato dell'associazione «Luca Coscioni» ha rivolto «un appello a tutti i candidati di tutti i partiti», con l'hashtag #TiVotoSeTiImpegni, per «impegnarsi su 9 grandi temi della scienza e delle libertà, dalle staminali all'eutanasia».

Si discuta di eutanasia legale
«Ci rivolgiamo a tutti i candidati di tutti i partiti e ai loro leader - ha spiegato Cappato in una conferenza stampa alla Camera - perchè prendano un impegno finalmente di discutere anche di eutanasia legale: la nostra proposta di legge attende di essere discussa ormai da 4 anni e mezzo. Chiediamo anche di impegnarsi sui temi di libertà della ricerca scientifica e dei diritti individuali dai quali dipende il futuro dei cittadini ma sui quali non parla quasi nessuno in campagna elettorale». Per Cappato «la legge sul testamento biologico ha dimostrato che le libertà civili vengono approvate se non si ragiona per gregge o fazione, ma ciascun parlamentare con la propria testa: è stata una vittoria trasversale di tanti schieramenti e tanti partiti. Nuove conquiste sulle libertà civili, dal matrimonio egualitario all'eutanasia legale alle altre norme sulla fecondazione assistita, le conquisteremo se si saprà lavorare laicamente e in modo trasversale, come l'Associazione Luca Coscioni da sempre chiede». «Da domani pubblicheremo le prime risposte che abbiamo iniziato a raccogliere sulla campagna e le raccoglieremo fino al momento del voto: chiediamo a tutti i candidati in quanto persone, indipendentemente dalla loro collocazione, di esprimersi sui temi della scienza e delle libertà civili».

Le 9 richieste
«I capi dei partiti - ha proseguito il leader dell'associazione - devono smetterla di andare contro la volontà dei loro elettori: il 78% degli elettori della Lega Nord e il 76% degli elettori di Fratelli d'Italia nel Nord Est, dati del Gazzettino, sono a favore dell'eutanasia legale: significa che, se i capi dei partiti sono obbligati a dover tenere in considerazione quello che vogliono i loro elettori, queste riforme si faranno altrimenti continueremo a rimanere bloccati». Sono nove, in particolare, le richieste di impegno rivolte ai candidati alle prossime elezioni: malattie rare (si attiverà per rimuovere il divieto di partecipazione per le università e aziende ai bandi europei sulle malattie rare?); ricerca scientifica (si attiverà per la ricerca sugli embrioni italiani, anche per quanto riguarda la modificazione del genoma con finalità terapeutica?); procreazione assistita (si attiverà per rimuovere gli ultimi divieti della legge per quanto riguarda "i single" e per regolamentare la gestazione per altri?); eutanasia (si attiverà per legalizzare l'eutanasia e l'assistenza alla morte volontaria per pazienti sottoposti a sofferenze insopportabili a causa di malattie irreversibili?); disabilità (si attiverà per imporre a tutti i comuni l'adozione dei piani per l'eliminazione delle barriere architettoniche e arrivare alla piena equivalenza in ogni sede della firma digitale con la firma autografa?); sperimentazione animale (si attiverà per sostenere il corretto recepimento della direttiva comunitaria 2010/63/ue in materia sperimentazione animale, adeguando la norma di recepimento di detta direttiva?); miglioramento geni vegetali (si attiverà per superare le proibizioni in materia di piante geneticamente migliorate, avviando la sperimentazione in campo aperto da piante ottenute attraverso modificazione del genoma?); cannabis terapeutica (si attiverà per superare il monopolio pubblico della produzione di cannabis, per promuovere studi scientifici e trial clinici sulla cannabis terapeutica e su altre piante e sostanze oggi proibite?); droghe e legalizzazione (si attiverà per legalizzare la cannabis e depenalizzare l'uso e il possesso di tutte le altre sostanze illecite, sperimentando modalità di legalizzazione controllata, e promuovendo la riduzione del danno?).