17 agosto 2018
Aggiornato 11:30

Cadavere nello Stadio Flaminio, Fdi: «Impianto nel degrado, cosa fa il Comune?»

Il corpo senza vita di uomo di circa 40 anni è stato trovato questa mattina a Roma all'interno dello Stadio Flaminio
Il corpo dell'uomo trovato all'interno dello stadio Flaminio viene portato via dalla polizia. L'uomo, probabilmente un senzatetto, dimorava nei locali dismessi dell'impianto. Si ipotizza una morte per cause naturali
Il corpo dell'uomo trovato all'interno dello stadio Flaminio viene portato via dalla polizia. L'uomo, probabilmente un senzatetto, dimorava nei locali dismessi dell'impianto. Si ipotizza una morte per cause naturali (ANSA/ MASSIMO PERCOSSI)

ROMA - Il cadavere di un uomo di circa 40 anni, uno straniero ancora da identificare, probabilmente un senza tetto originario del Bangladesh, è stato trovato questa mattina a Roma all'interno dello Stadio Flaminio, la struttura in stato di abbandono dove trovano rifugio vari clochard. A scoprire il cadavere sono stati gli uomini della polizia municipale del Nucleo Assistenza Emarginati (il NAE), durante una delle consuete attività di controllo presso lo stadio. I poliziotti hanno identificato tutti i senza tetto trovati durante l'intervento, 6 persone. Proseguono intanto le indagini per chiarire le cause e le circostanze del decesso.

Fdi contro i Cinquestelle
«La notizia del ritrovamento di un cadavere rinvenuto stamane all’esterno dello  Stadio Flaminio - all’altezza del settore 16 lato viale Tiziano – dimostra non solo il grande stato di degrado della struttura ma anche l’assoluto immobilismo della Giunta 5 Stelle" è stato il commento di Fabrizio Ghera capogruppo in Campidoglio di Fratelli d'Italia e Alessandro Cochi dirigente romano per lo Sport. "Da anni - hanno proseguito - come Fratelli d’Italia denunciamo questa situazione ma sia l’ex sindaco Marino, che mandò via le discipline di boxe e scherma, che la grillina Raggi oggi continuano a fare orecchie da mercante».

Stadio abbandonato al degrado
La vista dell’impianto sportivo, fanno sapere i due esponenti di Fdi - è ancora oggi desolante, spalti e campo in stato di forte abbandono. "E si sa - hanno sottolineato - che una struttura fatiscente è preda facile sia di occupazioni, e così hanno fatto i ‘ragazzi di Scomodo’ che in barba alla legalità ci hanno fatto una bella festa illegale fatta passare per flash mob, che di rifugi di fortuna e stallo di roulotte abusive che campeggiano da tempo nell’area di sosta. Di fatto, la progettazione per la riqualificazione dello stadio, il bando vinto dalla Getty Foundation, rischia di essere solo una goccia nel mare tale da non portare ad alcuna soluzione definitiva. Sul futuro dello stadio la Giunta Raggi sembra navigare a vista e dopo oltre un anno mezzo l’Amministrazione è riuscita a proporre un magro avviso pubblico per riqualificare la struttura, un bando tardivo quando comunque vi erano da tempo progetti di fattibilità presentati al Comune e pronti da anni ma chiusi nei cassetti". 

«La palla al Municipio»
«Addirittura - hanno denunciato Ghera e Cochi - è stata passata la palla al Municipio II che certamente non ha la competenza diretta, scelta che denota l’incapacità gestionale dell’Amministrazione Capitolina. Nel frattempo il Flaminio continua a perdere la sua centralità rispetto al passato, dove invece si svolgevano grandi eventi come ad esempio il ‘Sei Nazioni’ di rugby. Come Fratelli d’Italia chiediamo che il Flaminio venga degnamente rilanciato mantenendo in primis la sua vocazione sportiva».