16 agosto 2018
Aggiornato 13:30

Commissione Banche, Casini: «Fatto un mezzo miracolo»

Il presidente ha parlato di una relazione «seria, decisa e allo stesso tempo equilibrata, non elettorale che risponde agli obiettivi istituzionali»

ROMA - ll presidente della Commissione bicamerale sul sistema bancario italiano, Pier Ferdinando Casini, ha parlato di una relazione «seria, decisa e allo stesso tempo equilibrata, non elettorale che risponde agli obiettivi istituzionali che la commissione aveva nel suo oggetto istitutivo» e ha sottolineato il fatto che «considerando la ristrettezza dei tempi a me sembra un mezzo miracolo».

La relazione di maggioranza
La relazione di maggioranza a firma di Mauro Maria Marino, è passata con 19 voti favorevoli, 15 contrari e sei assenti. Nel testo è scritto che «nello scenario che ha caratterizzato l'ultimo decennio, l'esercizio dell'attività di vigilanza non si è dimostrato del tutto efficace». «La Commissione è giunta a ritenere che in tutti i 7 casi le attività di vigilanza sia sul sistema bancario (Banca d'Italia) che sui mercati finanziari (Consob) si siano rivelate inefficaci ai fini della tutela del risparmio. La Commissione chiede la creazione di un organismo pubblico di gestione delle attività deteriorate (Bad Bank) almeno a livello nazionale, sulla base di un framework europeo».