25 gennaio 2020
Aggiornato 22:00
Appuntamenti

Eventi a Genova, 6 cose da fare giovedì 21 dicembre

Dalla musica, allo spettacolo, alla cultura. Ecco qualche dritta per trascorrere al meglio la vostra serata e per non farsi sfuggire gli appuntamenti migliori

Genova, 6 cose da fare giovedì 21 dicembre
Genova, 6 cose da fare giovedì 21 dicembre Shutterstock

GENOVA – Concerti, appuntamenti a teatro, party particolari e molto altro nel giovedì sera genovese. Ecco qualche consiglio per non farsi scappare i momenti più interessanti.

Concerti
Al Teatro Rina e Gilberto Giovi, «The Charleston Gospel Singers», un nuovo progetto artistico che vede protagonisti due straordinari artisti gospel quali Mildred Daniels e Tony Washington, che uniscono anni di esperienza e cultura della musica afroamericana in questo straordinario progetto che fonde stili e percorsi musicali diversi con grande originalità, associando la splendida voce classica di «The Songbird Mildred Daniels» allo stile gospel & R&B di Tony Washington. La ricca tradizione gospel del South Carolina, che nel corso dei decenni ha sfornato e forgiato centinaia di artisti e gruppi gospel, da quest’anno si arricchisce di questa nuova esperienza musicale che ha suscitato tanta curiosità in questi ultimo anno nel circuito gospel delle Chiese Battista della regione. Questo ensemble composto da sette elementi, già membri dei gruppi di Mildred e Tony, si sviluppa su due fondamenti della cultura gospel afroamericana legate alla voce e al sound, con un occhio di riguardo verso suoni contemporanei, creando un' interessante fusione tra passato e presente.

A teatro
Liberamente ispirato al racconto di Tobias Wolff «Due ragazzi e una ragazza», «Banana Split» parla di un'età magnifica, fragile ed esplosiva in cui tutto è possibile, quella della giovinezza. Appuntamento da giovedì 21 a sabato 23 dicembre al Teatro della Tosse di Genova. Spettacolo di Davide Lorino ed Elisabetta Mazzullo. I due giovani protagonisti, Lu e Gillo, si conoscono a un corso di recitazione e diventano inseparabili. E lo diventano loro malgrado, perché Lu è la nuova fidanzata di Rao, il miglior amico di Gillo. E allora tutto diventa più difficile, anche ammettere a se stessi che l'amore cambia continuamente forma e che forse ci si innamora di idee fino a che non si trova qualcuno con cui si ha voglia di fare veramente un pezzo di strada. Lu e Gillo adorano Shakespeare, di cui divorano i sonetti, che fanno da colonna sonora alle loro serate di confidenze. Non sanno dove li porterà tutto questo, ma sanno che ad un certo punto arriverà uno split, un taglio e dovranno rinunciare a qualcosa per decidere, per scegliere, per scegliersi.

Spettacolo
In occasione dei 30 anni dalla scomparsa di Andy Warhol, lo spettacolo rende omaggio alla vita breve ed intensa di una figura che entra ed esce dalla musica che influenza e che lo contagia: dal rock alle avanguardie, dal jazz alla classica. Appuntamento con la stagione teatrale 2017/2018 organizzata dal Teatro Garage di Genova, nelle giornate di giovedì 21 e venerdì 22 dicembre alle 21, quando andrà in scena alla Sala Diana «Quindici minuti». Suoni e musiche, voci e varie umanità di un periodo e di un artista che ha cambiato il mondo dell’arte figurativa. Autore: Ideazione Michele Ferrari, ricerca storica e testo Marina Bonelli. Produzione: Lunettes Lunaires e Teatro L’Atelier.Con: Marina Bonelli, Paolo Portesine, Alessandro Badino, Massimo Chinelli, Michele Ferrari.

Party
Per questo Natale 2017, Albus Percival Wulfric Brian Silente organizza il Ballo del Ceppo a Genova, per tutti gli apprendisti maghi e le apprendiste streghe. Appuntamento giovedì 21 dicembre, dalle 23, al Casa Mia Club in via XII Ottobre. Il Ballo del Ceppo è una tradizione che viene assunta insieme al Torneo Tre Maghi. Il ballo si svolge la sera della vigilia di Natale e solo gli allievi dal quarto anno in su possono parteciparvi, a meno che non si venga invitati da uno studente più grande. Tradizionalmente, i campioni del Torneo aprono le danze. Il ballo è un buon modo per fraternizzare fra le varie scuole partecipanti al Torneo.

Jazz
Alle 21.30, nuovo appuntamento con la serata di jam session al Count Basie, il concerto jazz di apertura con  e a seguire palco aperto: incontri improvvisati di musicisti e cantanti per la straordinaria atmosfera di una serata jazz sempre imprevedibile e in cui pubblico e artisti, insieme, condividono magia e divertimento. Una serata con la straordinaria atmosfera delle «amicizie musicali» da gustarsi in compagnia di un drink all’insegna dell’amicizia e della «convivialità culturale». Open band: Alessio Menconi - Chitarra/ Massimiliano Rolff - Contrabbasso/ Daviano Rotella - Batteria.

Libri
Giovedì 21 dicembre, alle 17.30, la Sala Consiliare del Municipio IV Media Val Bisagno in piazza dell’Olmo, ospita il secondo appuntamento de I giovedì culturali, serie di incontri organizzati da Teatro dell’Ortica in collaborazione con il Municipio IV. La scrittrice e giornalista Donatella Alfonso, racconterà l’inizio del situazionismo Internazionale, partendo dal suo libro. Un’imprevedibile situazione. Arte, vino, ribellione: nasce il Situazionismo, edito da «Il Nuovo Melangolo». Siamo nel luglio del 1957 a Cosio d’Arroscia, sulle Alpi Marittime liguri, nella casa di un giovane pittore e della moglie, sposati da poco; arrivano una coppia di intellettuali francesi, un artista inglese che fotografa tutti, un visionario artista danese, la figlia della più famosa collezionista d’arte americana, un musicista geniale che fa preoccupare la mamma e un farmacista che si è fatto teorico dell’arte. In quei pochi giorni nasce - e in un certo senso già deflagra - quella provocazione artistica e culturale che sarà l’Internazionale Situazionista. Un racconto romanzato di quei giorni, quei protagonisti: Guy Debord e Michèle Bernstein, Asger Jorn e Pinot Gallizio, Pegeen Guggenheim e Ralph Rumney, Walter Olmo, tutti ospiti di Piero e Elena Simondo. Tutti a costruire una rivoluzione sotterranea che ha infiammato le strade del Sessantotto e la polemica culturale, si è nascosta ma cova ancora.