20 giugno 2019
Aggiornato 19:00
Istituzioni

Grasso: «Ero e resto super partes»

Il presidente del Senato: Rivendicai la possibilità di poter esprimere la mia opinione senza che nessuno potesse temere una parzialità

ROMA - «Non ho intenzione in questa sede di fare alcun cenno al mio futuro. Mi limito a ricordare che, già in occasione della prima cerimonia del Ventaglio nel luglio 2013, rivendicai la possibilità di poter esprimere la mia opinione sui temi del dibattito politico senza che nessuno potesse temere o ipotizzare una parzialità nell'esercizio delle mie funzioni di Presidente. Valeva allora, è valso nel corso di questi anni e vale ancora di più ora che la legislatura volge al termine». Lo ha detto il presidente del Senato Pietro Grasso, nel corso dello scambio di auguri con la Stampa parlamentare e facendo evidentemente riferimento al suo recentissimo schierarsi politicamente in vista delle prossime elezioni.