20 settembre 2019
Aggiornato 22:00
Appuntamenti

Eventi a Genova, ecco cosa fare mercoledì 13 dicembre

Dal gusto, allo spettacolo; dalla cultura, alle stelle. Ecco quello che vi attende in città e che non dovete lasciarvi sfuggire

Genova, ecco cosa fare mercoledì 13 dicembre
Genova, ecco cosa fare mercoledì 13 dicembre Shutterstock

GENOVA – Un mercoledì interessante quello genovese con appuntamenti dedicati a gusto, spettacolo, cultura e molto altro. Ecco qualche consiglio per godersi al meglio la serata e per non lasciarvi scappare i momenti migliori.

Gusto e spettacolo
Mercoledì 13 dicembre alle 20.15 presso il Muà Lounge Restaurant, il Festival di Poesia e il Salotto del Viaggiatore organizzano una serata in onore della poetessa e cantante Violeta Parra. Partecipano alla serata. Giuditta Scorcelletti, vincitrice del Premio Andrea Parodi 2017 per la migliore interpretazione, candidata a Grammy Awards 2015, canta alcuni brani della grande interprete cilena e presenta il suo progetto di crowdfunding per il concerto del 29 dicembre a Pistoia e per la realizzazione del cd live. Anteprima dello spettacolo che sarà presentato poi in tutta Italia. Claudio Pozzani, poeta e ideatore del Festival Internazionale di Poesia di Genova, recita alcune opere di Violeta Parra e presenta in anteprima la prossima edizione del Festival. Pietro Tarallo, giornalista e scrittore, racconta con parole e immagini le meraviglie di questo paese «lungo come un sospiro d’amore» (P. Neruda). Gianni Oliva, fotografo professionista torinese, espone alcune suggestive fotografie scattate durante il suo ultimo viaggio in Cile. La serata continua con la cena cilena

Libri
Appuntamento alle 17.30 al Museo Biblioteca dell'Attore, in via del Seminario 10, con la presentazione del libro «Dino: l'amico italiano - Vita e carriera di Dean Martin». Il volume, scritto da Mario Galeotti ed edito da Falsopiano, sarà presentato da Claudio Bertieri, Roberto Lasagna e Saverio Zumbo. All'evento sarà presente l'autore. L'ingresso è libero fino ad esaurimento posti. Info: 010 5576085 o segreteria@cmba.it.

Fotografia
Le Sale della Corte di Palazzo Reale ospitano, da mercoledì 13 a domenica 31 dicembre, venticinque lavori di Fulvio Magurno, estratti dagli scatti che il fotografo ha dedicato a Palazzo Reale di Genova negli ultimi vent’anni. La mostra «Obsession Royal» inaugura mercoledì 13 dicembre alle 17. La collaborazione di Magurno con Palazzo Reale si iscrive in quella più ampia che l’artista ha tenuto con altre realtà museali genovesi, come l’Accademia Liguistica o il Palazzo Lomellino, e con la città intera che è stata spesso al centro della sua ricerca espressiva. In realtà, si tratta in questo caso della donazione che l’autore ha inteso fare al Museo di una scelta di lavori ispirati agli interni e agli spazi aperti della reggia, alle sue opere d’arte e alle sue raccolte. Le venticinque fotografie resteranno quindi a conclusione della mostra, nel patrimonio delle collezioni del Museo. E l’esposizione intende dunque celebrare, insieme alla donazione, il lavoro di un artista contemporaneo che ha ispirato parte della sua produzione all’opera d’arte-Museo, la documentazione di lunghi anni di frequentazioni, riflessioni, interpretazioni.

Una serata con le stelle
Mercoledì 13 dicembre, a partire dalle 21, l'Osservatorio Astronomico del Righi sarà aperto al pubblico con le seguenti attività: in Aula Planetario, in occasione del massimo dello sciame meteorico delle Geminidi, le stelle cadenti di dicembre, si terrà la proiezione Geminidi: quando cadono le stelle. Si parlerà del cielo di metà dicembre e si assisterà a una pioggia virtuale di stelle cadenti sotto il cielo del Planetario. Durata prevista: 30 minuti circa. Età consigliata: dai 4 anni in su. Turni ripetuti ogni 30 minuti. Nel Nuovo Planetario del Parco delle Mura avrà invece luogo, sempre a partire dalle 21, c'è la speciale proiezione full-dome «Tra le nubi interstellari della Via Lattea», un excursus fra i luoghi della nostra Galassia dove nascono le stelle. Durata prevista: 30 minuti circa. Età consigliata: dai 6 anni in su. Turni ripetuti ogni 30 minuti. In Osservatorio, a partire dalle 21, osserveremo al telescopio con la guida di un esperto dell'Osservatorio, tramite turni ripetuti di 30 minuti, le meraviglie del cielo di fine autunno.