15 ottobre 2019
Aggiornato 12:30
Fake news

Di Battista risponde così alle «palle di Natale» di Biden

Secondo l'ex-vicepresidente USA Joe Biden la Russia avrebbe interferito con il Referendum costituzionale. Ecco come risponde Di Battista

Alessandro Di Battista
Alessandro Di Battista ANSA

ROMA - Secondo l'ex-vicepresidente USA Joe Biden la Russia avrebbe interferito con il Referendum costituzionale italiano e starebbe aiutando il Movimento 5 Stelle in vista delle prossime elezioni politiche. Biden non spiega come e perché, ma questo basta perché i media italiani inizino a marciarci su e pronta arriva la reazione dell'outsider, se così si può dire, del Movimento. Risponde dal suo profilo Facebook Alessandro Di Battista: "Vedete, non solo questa storia dei russi che sostengono il Movimento 5 Stelle è ridicola ma, lasciatemelo dire, qui siamo al complottismo più assoluto. Io ho girato l'Italia in scooter e c'erano migliaia di persone in piazza. Quella campagna venne seguita in rete da milioni di persone (non scherzo, non centinaia di migliaia ma milioni). Tutti in piazza o collegati perché spinti dai russi? Su via, caro Joe, non sia ridicolo".

Perché Renzi ha perso
Di Battista ammette di capire che in USA qualcuno non si riesca ancora a spiegare la batosta presa da Renzi and co: "Una batosta colossale nonostante (o forse proprio per...) il supporto di Jim Messina, guru della comunicazione di Obama, il quale, mentre suggeriva al bulletto di Rignano di spedire lettere a casa per far votare SÌ, veniva travolto dalla nostra campagna fatta con sudore e passione a bordo di un motorino o sui treni regionali grazie al sostegno di migliaia di attivisti». Tuttavia una spiegazione c'è. "Dite a Biden che la sconfitta di Renzi è colpa di Renzi, ditegli che è uno che si sta sui coglioni da solo!" chiosa Di Battista.

Tutte le teorie "cospirazioniste"
Ad ogni modo "dico una cosa chiara: come noi non accettammo l'ingerenza di John Phillips, ex-ambasciatore USA in Italia, il quale fece campagna per il SÌ dimenticando ogni minima regola diplomatica, allo stesso modo non accetteremmo mai alcuna ingerenza da parte di altri Paese. Perché per noi l'Italia è uno Stato sovrano e ha il diritto (anche il dovere) di decidere per sé». E chiude con un invito: "Suggerisco agli ex di Obama di cambiare approccio, perché tra tutte le teorie "cospirazioniste" per riesumare il vecchio sistema partitico in Italia questa è davvero la più buffa. Svegliatevi, per far perdere il PD alle prossime elezioni non serve Putin, è sufficiente il PD! Ora scusate ma torno a fare l'albero. Meglio avere a che fare con delle «palle» più vere di quelle di Biden! P.S. Confesso, ho un poster di Gagarin in casa, questa sì che è una prova schiacciante!".