9 dicembre 2021
Aggiornato 09:00
Appuntamenti

Eventi a Firenze, 8 cose da fare l'1 e il 2 novembre

Tanta cultura anche per la festa di Ognissanti in città. Ecco tutto quello che vi attende e cosa non dovete perdervi tra serate a teatro, mercati, musica e molto altro

FIRENZE – Spettacoli a teatro, musica, mercati e molto altro per i vostri momenti di relax. Ecco qualche consiglio per trascorrere al meglio i primi due giorni del mese.

A Teatro
Il 1 novembre al Teatro Puccini, Stefano Benni e Angela Finocchiaro. I due hanno spesso incrociato le loro vite professionali nell’arco degli ultimi venti anni. Come scrittore Benni ha realizzato testi teatrali che sono ormai diventati classici della drammaturgia contemporanea e che, l’attrice milanese ha portato in tournée per molti anni. Da «La Misteriosa scomparsa di W», proseguendo con «Pinocchia e Benneide» fino ad arrivare a «Mai più soli». Con «Bestia che sei», il nuovo spettacolo preparato per l’occasione, Stefano Benni e Angela Finocchiaro si ritroveranno sul palco per la prima volta insieme. Un reading a due voci in cui i protagonisti saranno quegli animali che hanno spesso popolato l’immaginazione dello scrittore bolognese. Animali veri e fantastici, quotidiani e leggendari, gatti diabolici e cani innamorati, ippopotami filosofi, balene sexy, topi cagoni, babonzi e camulli, ma soprattutto creature ambigue, che ci ricordano che l’homo sapiens è la bestia più ridicola e feroce del cosmo. Una lettura piena di sorprese ed energia che non potrà che confermare la bellezza di questo binomio artistico.

Musica Jazz
A Chez Moi dalle 22, in concerto il «Michela Lombardi Trio». Michela Lombardi – voce; Piero Frassi – pianoforte e Nino Pellegrini – contrabbasso. Michela Lombardi è tra le prime dieci migliori Jazz Vocalist Italiane secondo il Jazzit Award 2010, per molti anni è stata menzionata nella sezione «Miglior Voce» nei sondaggi Top Jazz della rivista «Musica Jazz», ed è stata quattro volte candidata agli Italian Jazz Awards. Si è diplomata con il massimo dei voti al Triennio Jazz del Conservatorio di Firenze, ed insegna Canto Jazz al Conservatorio di La Spezia, Livorno e Sassari. Ha all'attivo molti dischi a suo nome, due dei quali con Renato Sellani, due con Nico Gori ed altri due con Phil Woods, che l’ha voluta per incidere una raccolta di sue composizioni. Ha firmato un brano con Burt Bacharach, e cantato in jazzclub e festival in Italia, Francia, Germania, Belgio, Inghilterra e Israele.

Party e aperitivi
In Terrazza Twist Martini dalle 19.30, continuano le serate clubbing: il 2 novembre special dj guest Sebastian Villada, support PaBlito Gaudio. Musica speciale, menu speciale: €25 (acqua e vino inclusi) con lo Chef Yari Petrollini.

Spettacolo
Da giovedì 2 a sabato 4 novembre alle 21, al Teatri di Rifredi, «Geppetto e Geppetto»: i due vanno in Canada, e come il primo papà single della storia di tutte le storie, Geppetto, creano, con la pratica della procreazione G.P.A., il loro piccolino: Matteo. I primi anni sono pieni di gioia e di spensieratezza, fino a che la morte di uno dei due padri, induce Matteo a chiedere le ragioni per le quali lo hanno fatto nascere in una famiglia diversa, perché lo hanno creato a tutti i costi. È difficile essere figli di gay, ma è difficile anche essere padri di figli normali. Per informazioni: 055 4220361/2.

Viaggio all'interno del museo
Mercoledì 1 novembre, un viaggio alla scoperta di questo eccezionale museo-monastero, capolavoro del grande architetto Michelozzo, che lo ricostruì intorno alla metà del XV sec su incarico di Cosimo il Vecchio che voleva espiare il peccato di usura. Al suo interno si trova la più importante collezione al mondo delle opere sia su tavola che ad affresco del Beato Angelico, che qui visse: al primo piano si possono infatti visitare le celle dei frati affrescate dall'Angelico e dai suoi allievi, tra cui Benozzo Gozzoli, con storie tratte dalla vita e dalla Passione di Cristo. Biglietto d’ingresso al Museo 4 euro, ridotto 18-25 anni euro 2, gratis under 18. Prenotazione obbligatoria allo 055-5520407 e a turismo@archeologia.it. Per ulteriori informazioni: www.enjoyfirenze.it.

World Vegan Day
Ogni primo novembre nel mondo si celebra il World Vegan Day, nell’anniversario della fondazione (nel 1944) della Vegan Society inglese. Quest'anno a Firenze cinque organizzazioni della galassia vegan, animalista e antispecista, Agripunk Onlus, Essere Animali, LAV Firenze, Progetto Vivere Vegan Onlus e Restiamo animali, daranno vita a una due giorni (la sera di martedì 31 ottobre e l'intera giornata del primo novembre) che prevede un fitto programma di incontri, conferenze, laboratori per bambini, oltre che stand associativi e dell'economia vegan e nonviolenta. Il termine Vegan fu coniato da Donald Watson, fondatore della Vegan Society, come contrazione della parola Vegetarian, per denunciare lo sfruttamento implicito nel consumo di uova, latticini e altri derivati di origine animale. Gli espositori che desiderano prendere parte all’evento, con un loro punto informativo e/o di vendita (100% vegan), possono inviare una domanda scritta alla mail: vegandayfirenze2017@gmail.com.

Mercati
È ancora tempo di «Artour-Il bello in piazza». Da domani, primo novembre, e fino al 5 novembre piazza Strozzi ospiterà un altro appuntamento con la mostra mercato itinerante e le produzioni dei maestri artigiani. Per l’occasione si potranno apprezzare e acquistare le migliori proposte dell’artigianato. Oggetti originali, per tutti i gusti, che spaziano dai capi di abbigliamento alle ceramiche, fino ai gioielli. L’evento, organizzato da Cna Firenze, in collaborazione con il Comune di Firenze e Artex, si svolge con orario continuato dalle 10 alle 20.

Jukebox vegetale
Mercoledì 1 novembre appuntamento con «Jukebox vegetale». Ritrovo alle 12 per un pranzo collettivo organizzato dagli Orti Dipinti in Borgo Pinti 76. La performance a cura di «Fika» contemporanea danza, con musica dal vivo eseguita da Simone Tecla e Gabriele Stoppa, avrà luogo alle 14. «Jukebox» è la fase embrionale di un percorso di indagine che si ispira all’intelligenza vegetale, alla capacità di adattamento e trasformazione delle piante, al loro silenzioso accordo per condividere insieme uno stesso spazio. Gli Orti Dipinti sono un giardino comunitario nel centro di Firenze, un luogo dove la terra è di nessuno ma il lavoro per coltivarla di tutti, come il suo raccolto. Per info e prenotazioni: fikadanza@gmail.com o info@ortidipinti.it.