16 ottobre 2019
Aggiornato 16:30
Eventi

Firenze, 5 cose da fare martedì 17 ottobre

Un inizio di settimana ricco di appuntamenti innovativi tra teatro, personaggi particolari, cinema e tanto altro. Ecco come non lasciarsi sfuggire gli eventi più interessanti

Firenze, 5 cose da fare martedì 17 ottobre
Firenze, 5 cose da fare martedì 17 ottobre Shutterstock

FIRENZE – Musica, personaggi innovativi, cinema e teatro. Non manca nulla a questo inizio di settimana fiorentino. Ecco i nostri consigli per non perdersi gli eventi più significativi della serata.

Cinema e arte
Al Cinema Odeon (Via degli Anselmi) arriva finalmente una nuova straordinaria esperienza visiva: un appuntamento nato dal connubio tra arte e tecnologia che segnerà una nuova frontiera per la Grande Arte al Cinema, offrendoci l’opportunità di conoscere in modo nuovo uno degli artisti più amati di sempre. Definito come un martire, un satiro lussurioso, un folle, un genio e un fannullone, e spesso anche travisato e oscurato dal mito e dal tempo, il vero Vincent viene improvvisamente svelato dalle sue lettere. Ispirandosi al suo ultimo scritto, quello in cui annotava «Non possiamo che parlare con i nostri dipinti», «Loving Vicent» ha scelto di partire dalle parole dell’artista, lasciando che fossero proprio i dipinti a raccontare la storia e l’opera del pittore olandese esposto nei più importanti musei del mondo, da Amsterdam a New York, da Londra a Mosca, da Parigi a Dallas.
Scritto e diretto da Dorota Kobiela & Hugh Welchman, «Loving Vincent» è infatti il primo lungometraggio interamente dipinto su tela. Realizzato elaborando i quadri dipinti del pittore, il film – che sarà all’Odeon per tre giorni il 16, 17 e 18 ottobre – è composto da migliaia di immagini create nello stile di Vincent van Gogh realizzate da un team di 125 artisti che hanno lavorato anni per arrivare a un risultato originale e di enorme impatto. Un lungometraggio poetico e seducente che mescola arte, tecnologia e pittura e si è aggiudicato il Premio del Pubblico all’ultimo Festival d’Annecy. Del resto la forma d’arte di questo film è differente dalla pittura. Se la pittura fissa uno specifico momento della realtà, il film appare fluido, sembra muoversi tra lo spazio e il tempo. Per questo il Painting Design Team ha impiegato un anno per re-immaginare i quadri di van Gogh come se fossero un film. In Loving Vicent 94 quadri di van Gogh sono riprodotti in una forma simile a quella originale e più di 31 dipinti sono rappresentati parzialmente.

Musica Classica
Alle 21 nella Sala Mazzoni (Società Dantesca Italiana, Via dell'Arte della Lana, 1) il Crazy Quartet suonerà con il quartetto di strumenti che il liutaio pistoiese Guido Maraviglia realizzò nel 1969 e che gli valsero, lo stesso anno, la medaglia d’argento alla Mostra mercato degli strumenti d’arco di Cremona. Il Crazy Quartet è formato da Beatrice Bianchi e Alessandro Bernardi ai violini, Anna Gandolfi alla viola, Cristiano Sacchi al violoncello. La serata, intitolata «American Quartets», proporrà musiche di John Cage, Philip Glass, Duke Ellington e Antonín Dvořák. L’iniziativa vuole valorizzare la musica e l’artigianato artistico del territorio e consentire al pubblico di riscoprire un patrimonio di competenze talvolta sottovalutato. Per info e prenotazioni: 055 783374, 055 5384001 o scrivere a info@orchestrafiorentina.it.

Nuovi media
Al Cinema «La compagnia» (Via Cavour 50r Firenze), la vita, la carriera e il percorso di Gigi Lazzarato, attrice, modella e youtuber transgender di enorme successo, dall’infanzia come Gregory Lazzarato al coming out di fronte a un’audience di milioni di persone. Questo è «This is Everything: Gigi Gorgeous», il documentario firmato dalla regista vincitrice di due Oscar Barbara Kopple che concluderà la 58/ma edizione del Festival dei Popoli, martedì 17 ottobre alle 21 in collaborazione con Gucci e alla presenza di Igor Suran, direttore dell'associazione «Parks - Liberi e Uguali». Nel pomeriggio, alle 15, alle 17 e alle 19, saranno proiettati in replica i film vincitori del festival. Tra filmati mai resi pubblici e interviste inedite, tra i video tutorial postati sui social e le collaborazioni con i grandi marchi della moda e della cosmetica, questo film applaudito al «Sundance» è uno scorcio rivelatore e sincero su una donna coraggiosa che non ha mai rinunciato alla felicità, affiancata e supportata da una famiglia che ha amato il proprio figlio in modo incrollabile e incondizionato. Gigi Loren Lazzarato, meglio conosciuta come Gigi Gorgeous oggi è un personaggio pubblico con più di 7 milioni di follower sui social. Dai suoi canali, dove pubblica contenuti su moda, bellezza, lifestyle e pop culture, Gigi ispira e intrattiene i suoi fan con una personalità esuberante e il coraggio di raccontare le tappe del suo percorso di transizione. Dal momento del suo boom mediatico ha lavorato con marchi del calibro di Pantene e L’Oreal, è apparsa regolarmente sulla televisione statunitense ed è stata nominata da Cosmopolitan una tra le più affascinanti personalità della rete.

Cinema e cucina
Da Eataly (Firenze) (Via de Martelli 22R) una serata per scoprire come si preparano i piatti resi famosi dai più celebri lungometraggi. Si prepareranno: zuppa di porri - Il diario di Bridget Jones, Pomodori verdi fritti - omonimo film, Polpette speziate - Le fate ignoranti, Creme brulée - Il favoloso mondo di Amelie. A richiesta il corso può essere garantito senza glutine. Docenti: Chiara Brandi e Gaia Murarolli, creatrici dei blog «forchettinagiramondo» e «GingerGlutenFree». Per maggiori informazioni: 055 0153610 o didatticafirenze@eataly.it, giramondosenzaglutine@gmail.com.

Teatro
Al Teatro Di Rifredi, (via Vittorio Emanuele II 303) fino a domenica 22 ottobre, «Bruna è la notte»
di e con Alessandro Riccio e Alberto Becucci. Anteprima eccezionale della stagione nel foyer del Teatro. Non tutti sono sorridenti e gentili. E nemmeno si preoccupano di piacere agli altri. Bruna è una ex cantante di locali di serie B che canta canzoni che nessuno ha mai sentito. Ma che lasciano a bocca aperta. Non chiedetele di spegnere la sigaretta perennemente accesa nella sua bocca né tantomeno di cantare «Una rotonda sul mare» perché la sua reazione potrebbe essere pericolosa. Canzoni mai sentite. Eppure bellissime. Che restano dentro anche dopo averle ascoltate una sola volta. L'idea di «Bruna è la notte» nasce da lì. Dal desiderio di condividere emozioni sul palco attraverso la fusione della voce di Riccio con la fisarmonica di Becucci che stavolta, oltre alla carta del riso, giocano in zone d'ombra con emozioni intense. Nato nel 2014, «Bruna è la notte» ha girato nei circoli più sperduti, nelle piazze più anonime e dimenticate, alla ricerca di una verità non patinata, mai leziosa. Per informazioni: 055 4220361/2. Biglietti in vendita presso tutti i punti vendita Boxoffice Toscana. Prevendita Teatro da lunedì a sabato dalle 16 alle 19.00. Acquisto online su www.boxol.it.