24 gennaio 2020
Aggiornato 06:00
Immigrazione

Ventimiglia, lo sfogo del presidente di Fdi Galluccio al Diario: «Mi hanno pestato, qui la situazione è fuori controllo»

Il coordinatore di Fratelli d'Italia a Ventimiglia, Francesco Galluccio, è stato aggredito da tre migranti ubriachi mentre era in città alla guida della sua auto

VENTIMIGLIA – Il presidente di Fratelli d'Italia a Ventimiglia, Francesco Galluccio, è stato aggredito da alcuni immigrati nella sua città. Noi del Diariodelweb lo abbiamo raggiunto al telefono per farci raccontare l'accaduto. Galluccio ha riferito di essere stato aggredito da tre migranti ubriachi, che all'improvviso hanno preso a calci e pugni la sua auto mentre era alla guida dei veicolo. E non si tratta di un caso isolato. Altri cittadini hanno assistito a episodi di violenza analoghi che vedevano protagonisti alcuni dei migranti ospiti nelle strutture della città. Ventimiglia è vittima di degrado e condizioni igienico-sanitarie preoccupanti, come lo stesso Galluccio aveva denunciato la scorsa estate. Ma soprattutto sta diventando una terra di nessuno dove i cittadini non si sentono più al sicuro e la tensione sociale continua ad aumentare. Malgrado sia sceso il numero degli sbarchi, infatti, le problematiche legate all'immigrazione sul territorio di frontiera non accennano a diminuire. Nei dintorni del fiume Roja, dove staziona la maggior parte dei migranti senza fissa dimora si verificano spesso risse e pestaggi, spesso legati alla malavita straniera. «La situazione rischia di scappare di mano», denuncia preoccupato Galluccio. La leader di Fratelli d'Italia, Giorgia Meloni, è solidale con il suo segretario e ricorda che «garantire la sicurezza dei cittadini è compito dello Stato». Ma il Governo sembra fare orecchie da mercante.