26 settembre 2018
Aggiornato 01:00

Licenziata dipendente che portava a spasso il cane anziché lavorare

Si tratta di una dipendente di 62 anni, denunciata nel 2015 per essere più volte uscita durante l'orario di servizio per svolgere attività di naturale personale
Licenziata dipendente che portava a spasso il cane anziché lavorare
Licenziata dipendente che portava a spasso il cane anziché lavorare (Adobe Stock)

VENEZIA - E' stata licenziata dal Comune di Venezia una dipendente di 62 anni, denunciata nel 2015 per essere più volte uscita durante l'orario di servizio per svolgere attività di naturale personale, come portare a spasso il cane.

Dopo il patteggiamento, ora è stato portato a termine con il licenziamento il procedimento disciplinare avviato dall'amministrazione municipale.

Alla donna, inquadrata in un ufficio amministrativo della Polizia locale, è stata contestata una trentina di ore di assenza ingiustificata dal lavoro per una decina di episodi tra marzo e maggio 2015, durante i quali erano stato raccolte prove (foto e film) dei suoi spostamenti mentre svolgeva commissioni personali.