21 maggio 2019
Aggiornato 04:00
Il titolare: «Ho ripulito da tossici e balordi»

Spiaggia «fascista» a Chioggia, il Pd vuole la revoca della concessione

Il deputato Antonio Misiani: «L'apologia del fascismo è un reato punito dalla legge, che venga commesso su un terreno demaniale è un fatto incredibile e sconcertante»

CHIOGGIA - La vicenda della spiaggia fascista di Chioggia «è di una gravità inaudita». Lo afferma il deputato del Pd Antonio Misiani, secondo cui «l'apologia del fascismo è un reato punito dalla legge. Che questo reato venga sistematicamente commesso su un terreno demaniale è un fatto incredibile ed è sconcertante che tutto questo sia stato tollerato per così tanto tempo, come se la propaganda e la simbologia nazifascista fosse una questione folkloristica». «Presenterò - aggiunge Misiani - un'interrogazione parlamentare al ministro degli interni per sollecitare provvedimenti urgenti. La spiaggia fascista di Chioggia va chiusa e la concessione demaniale revocata, ponendo fine a questa autentica vergogna».