Spalletti: 'meglio con Tarabella'

Spalletti contro Salvini: «Meno male che non sei con me, per me va bene così». E Renzi gongola

Matteo Renzi non si è lasciato scappare l'occasione di intromettersi nel botta e risposta tra Luciano Spalletti e Matteo Salvini

ROMA - Luciano Spalletti fa una scelta di campo. No, non stiamo parlando di calcio, ma di politica. Perché, alla vigilia di Roma-Juventus, l'allenatore della Roma si è scagliato contro il leader della Lega Matteo Salvini, reo di averlo definito un «piccolo uomo» per non aver fatto entrare Francesco Totti a San Siro. «Salvini? Meno male che è contro, sarebbe stato un problema averlo avuto a favore, sicuramente. Preferirei avere dalla mia parte uno come Marc Tarabella. Ringrazio Salvini di aver detto così, mi toglie da qualsiasi tipo di imbarazzo».

Renzi: da Spalletti un contropiede mica male
Lo scambio di battute non è sfuggito al segretario Pd Matteo Renzi, che, naturalmente, si è subito intromesso nel botta e risposta. "Non sapendo chi insultare oggi, Salvini attacca Spalletti. Che risponde con questo deputato europeo belga #genio #Tarabella", ha scritto su Twitter. Su Facebook Renzi tratta l'episodio per esteso: «Dobbiamo metterci nei suoi panni. Oggi Salvini non sapeva chi insultare. E allora ha scelto il mister della Roma, Luciano Spalletti. Che però - ha osservato il leader democratico - è stato al gioco e gli ha infilato un contropiede mica male: ha citato infatti il deputato europeo Tarabella. Che è questo signore che vedete nel video qui mentre in aula a Strasburgo disintegra la credibilità del leader leghista. Per Salvini tecnicamente parlando è uno 0-3 a tavolino».

Chi è Tarabella
Tarabella, infatti, è un politico belga, diventato famoso in Italia a causa di un video virale in cui, durante una seduta al Parlamento Europeo qualche anno fa, accusò Salvini di essere «un fannullone», per di più parlando in italiano.