8 dicembre 2019
Aggiornato 21:00

Salvini-Meloni, l'asse a due che snobba Berlusconi

Per il leader del Carroccio, Silvio Berlusconi - ancora fermo nel sostenere il candidato Guido Bertolaso - sarebbe circondato solo da persone interessate alla poltrona

ROMA - Lo aveva annunciato ieri sulla sua pagina Facebook prima e in un video messaggio lanciato dalla terrazza del Pincio: attorno alle 11 di stamattina il leader della Lega nord Matteo Salvini sarebbe stato a Piazzale Flaminio per l'inaugurazione della sede del partito nella Capitale. Grande assente della giornata di ieri è stato Silvio Berlusconi che continua a sostenere Guido Bertolaso nella corsa al Campidoglio.

Porte aperte a Berlusconi?
A tal proposito, all'inaugurazione della sede di Noi con Salvini, il leader del Carroccio ha affermato: «Con ieri pomeriggio, con la presentazione della Meloni, l'avventura per il Campidoglio comincia. Se qualcuno poi si vuole aggiungere è il benvenuto, le porte sono aperte». E continua ancora Matteo Salvini: «Io sono a disposizione per parlare su tutto, ma quello che è importante da ricordare è che non c'è in ballo la leadership del centrodestra ma i problemi della gente. A me di Bertolaso o del suo vice interessa zero». 

Berlusconi malconsigliato
Salvini ha poi rimarcato come «Berlusconi sia circondato solo da persone interessate alla poltrona». Per quanto riguarda un allargamento in corsa, Salvini ha osservato che «il limite temporale è il 5 giugno» ma ha anche ribadito che è necessario fare in fretta perché «c'è un programma e una lista da presentare. Con la settimana prossima cominciamo».