28 settembre 2020
Aggiornato 21:00
Fi contro amministrazione Zingaretti

Lazio, Aurigemma: Zingaretti continua a tagliare nastri e servizi

Forza Italia denuncia l'inefficienza dell'amministrazione regionale in materia di sanità. Il presidente Nicola Zingaretti ha tagliato l'ennesimo nastro, ma continua a tagliare anche i fondi destinati alla ricerca, a detta di Antonello Aurigemma

ROMA - Forza Italia torna a puntare il dito contro il presidente Nicola Zingaretti e la sua giunta in fatto di sanità. «Dopo il quadro emerso oggi da alcuni articoli di stampa in merito allo stato della sanità laziale, in primis sulle criticità della mobilità passiva e sull'ennesimo caso di malasanità, Zingaretti invece di preoccuparsi di risolvere i problemi preferisce continuare a tagliare nastri». Così il capogruppo di Forza Italia della regione Lazio e vice presidente della Commissione Salute, Antonello Aurigemma.

Ifo senza direttore scientifico
«Infatti è perlomeno esilarante che il governatore, in occasione dell'inaugurazione di un nuovo strumento diagnostico per patologie oncologiche, si rechi proprio all'Ifo di Mostacciano, un'eccellenza che da tre mesi è privata del suo ruolo di ricerca in quanto dal 1 gennaio è senza direttore scientifico. E in attesa che vengano effettuate tutte le procedure per la nomina del direttore scientifico, ancora non è stato nominato neanche il facente funzioni», continua Aurigemma.

Inefficienza dell'amministrazione
«Anzi, il commissario straordinario dell'Ifo Marta Branca, in audizione in commissione salute alla Pisana, ha affermato di non procedere alla nomina del facente funzioni perché la regione ha ritenuto di non procedere a tale nomina, in attesa dell'esito del bando emanato dal ministero della salute, che non avverrà prima di 4 mesi, paralizzando di fatto la ricerca nel settore oncologico. Questa è la realtà dell'inefficienza dell'amministrazione regionale», conclude il vice presidente della Commissione Salute.