28 settembre 2020
Aggiornato 22:00
Dolore per la morte del 23enne al Collatino

Omicidio Varani, un amico: Ma quale sesso a tre? Luca era solo ingenuo

La sua ragazza era l'unica che lo conosceva veramente: un ragazzo generoso ed estroverso. Parla un amico di Luca, che mette un punto alle falsità dette sul 23enne ucciso al Collatino e chiede di rispettare la famiglia

ROMA - La morte del 23enne romano, barbaramente torturato da due 30enni per poi essere ucciso a martellate e coltellate, è ancora al centro delle cronache romane. Testimonianze di amici e conoscenti dipingono un Luca diverso da quello che sarebbe potuto venir fuori dalla tremenda vicenda in cui è rimast coinvolto. 

Generoso ed estroverso
Luca Varani, che ad un primo impatto poteva apparire «distante e ingenuo», era in verità «una persona generosa ed estroversa» e «le parole più vere le ha trovate la ragazza, l'unica che lo conosceva veramente». Lo ha detto, intervistato da Fanpage.it, un amico del 23enne ucciso a Colli Aniene da due ragazzi sotto effetto di droghe.

Basta falsità su Luca
L'intervistato lancia poi un appello: «Non diamo troppa pressione mediatica a Marta e alla famiglia di Luca. Si sono dette tante cose su Luca e ho sentito e letto troppe frasi da chi non lo conosceva davvero e parla solo per sentito dire». Il giovane conclude invitando le persone a non credere alle ultime notizie riportate dai giornali: «ma quale sesso a tre, era un ragazzo tranquillo, una bravissima persona. Era soltanto molto ingenuo».